UIL FPL VENEZIA

NEWS GENERALI

Lido di Venezia, 03 agosto 2023 – I due Centri Servizi per Anziani: Carlo Steeb e Stella Maris, del Lido di Venezia, gestiti dalla Cooperativa padovana Codess Sociale, non sono più in grado di garantire i Livelli Minimi di Assistenza, definiti dalla DGR 1720 del 30 dicembre 2022.

A denunciarlo sono Cristiano Zanetti (Fp Cgil), Carlo Alzetta (Cisl Fp) e Federica Bonaldo (Uil Fpl). La situazione, oltre ad essere diventata insostenibile per i carichi di lavoro sulle spalle dei pochi Sanitari in Servizio è divenuta anche pericolosa tanto per Lavoratrici e Lavoratori quanto per gli anziani ospiti.

“Mancano Infermieri e OSS – attaccano i sindacalisti – spesso sono presenti 2/3 Infermieri per turno che devono assistere 150 Ospiti (dislocati su più nuclei) e 2 OSS per Nucleo con 25 anziani non autosufficienti da gestire. In più ci sono problemi anche con la fornitura di biancheria, mancano lenzuola, telini, salviette; aggravando ulteriormente le condizioni igieniche. Anche la Struttura avrebbe bisogno di interventi per essere messa in sicurezza per diversi aspetti, è stato fatto un sopralluogo dal RLS di Codess da diversi mesi, rilevando alcune criticità, ma da allora nulla è cambiato.”

E’ stato proposto a Codess di intervenire applicando il CCNL ARIS “Sanità Privata” a tutto il personale e di aprire un tavolo di trattativa per la definizione di un “Contratto Integrativo Decentrato Aziendale” creando le condizioni per rendere appetibile le strutture lidensi, sia nell’intento di facilitare le assunzioni che di trattenere i Dipendenti in fuga, anche verso l’adiacente IRCCS San Camillo.

“Codess però è rimasta sorda rispetto alle nostre richieste – continuano Zanetti, Alzetta e Bonaldo – sostenendo di non poter sostenere economicamente l’operazione ma sorprende che un colosso come Codess, che fattura più di 100 milioni ogni anno, non sia in grado di fare un investimento, strategico, di alcune decine di migliaia di euro per i Centri Servizi del Lido, anche in considerazione della peculiarità territoriale dell’isola.

Nel frattempo, come soluzione tampone, a garanzia della sicurezza di Ospiti e Dipendenti, è necessario che vengano bloccati gli ingressi.

Ricordiamo – concludono Cgil Cisl Uil – che Carlo Steeb e Stella Maris sono strutture accreditate al SSR e Codess è tenuta ad onorare gli impegni presi con l’ULSS 3 Serenissima e Regione Veneto. In questi giorni partiranno le segnalazioni sia all’ULSS 3 che all’Assessora alla Sanità Veneta Manuela Lanzarin, in cui si richiede di verificare il rispetto dei parametri di accreditamento, poi seguirà la dichiarazione di Stato di Agitazione prodromico alla Mobilitazione delle Lavoratrici e dei Lavoratori.”

230809 LA NUOVA Carlo Steeb Stella Maris
230809 GAZZETTINO situazione Carlo Steeb Stella Maris
230809 CORR Carlo Steeb Stella Maris
 Like

Chioggia, 3 agosto 2023 – Grande adesione del personale allo sciopero proclamato da UIL FPL ed RSU del Comune di Chioggia. L’adesione (di chi poteva scioperare) è stata altissima, circa l’80%, a fronte dei 20 Lavoratori precettatati che sono quasi la metà del personale in servizio.

“Abbiamo proclamato lo sciopero per sostenere i Lavoratori della Polizia Locale del Comune di Chioggia – dichiara Michele Saya della Segreteria Provinciale UIL FPL Venezia – non tanto per chiedere incrementi ed incentivi economici, ma un’equità di trattamento tra il personale. Il Comandante ha diviso il personale mettendoli uno contro l’altro, a fronte di chi lavora 3/4 giornate festive durante l’estate infatti, c’è chi lavora fino aa 16 festivi.”

Nessuna intesa, nemmeno dopo gli incontri con il Prefetto di Venezia sintetizzati nel nostro precedente comunicato del 20 luglio scorso che puoi trovare su questo link https://www.uilfplvenezia.it/comune-di-chioggia-fallita-la-mediazione-del-prefetto-il-3-agosto-sara-sciopero-della-polizia-locale/.

“La vertenza va avanti da quasi un anno – prosegue Mirco Bardelle Coordinatore RSU del Comune – ci chiediamo quali siano i motivi della rigidità del Comandante che si ostina a fare il braccio di ferro con i Lavoratori che sono, giustamente esasperati”

Dura la presa di posizione del Segretario Generale Regionale UIL FPL Veneto Mario Ragno.

Chiediamo più rispetto ed equità – sottolinea Ragno – auspichiamo che l’Amministrazione Comunale intervenga immediatamente, anche se speravamo che lo facesse prima di arrivare allo sciopero, noi non ci sottraiamo alle responsabilità e siamo disponibili fin da subito a riaprire il confronto”

Clicca qui per vedere il servizio di Antenna Tre del 2 agosto scorso.

Clicca qui per vedere il servizio di Tg Azzurra del 3 agosto scorso.

Vai alla gallery cliccando qui per vedere video e foto della manifestazione. Eccone qualcuna.

      

 Like

Mestre, 31 luglio 2023 –  Si è svolta oggi un’assemblea che ha visto coinvolti molti Lavoratori che operano presso il servizio di integrazione scolastica del Comune di Venezia. L’assemblea si è svolta all’esterno del centro estivo Rainbow in quanto il comune non ha concesso gli spazi anche se la convocazione è stata fatta nei termini previsti dal contratto.

“La necessità e l’urgenza di convocare l’assemblea è dovuta alla proclamazione dello stato di agitazione a causa delle risposte non soddisfacenti date ai lavoratori dalla cooperativa Ancora Servizi e del silenzio totale del Comune  – afferma Federica Bonaldo della Segreteria UIL FPL Venezia – Questi lavoratori sono dimenticati da tutti anche se svolgono un servizio indispensabile e hanno bisogno di risposte sui salari. Non è più tollerabile che non abbiano una retribuzione fissa e dignitosa ogni mese, ma che il loro stipendio dipenda dalla presenza o meno del bambino a loro affidato o all’organizzazione della cooperative”

Nel servizio lavorano circa 150 dipendenti fra Venezia Centro Storico e Terraferma, che ogni giorno si occupano di includere i bambini disabili negli ordinari percorsi educativi delle scuole.

Sono Lavoratori pagati a cottimo, come se fossero dipendenti con un contratto a chiamata – affermano Federica Bonaldo e Paolo D’Agostino dei UIL FPL e FP CGIL – pagati solo se l’utente è presente e altrimenti in permesso non retribuito. Un appalto per un servizio così delicato gestito senza alcuna responsabilità sociale d’impresa e con un capitolato che ha un solo obiettivo concreto: garantire servizi importanti con la minor spesa possibile.”

Non esistono criteri, nè vincoli chiari di quanti bambini possa seguire ciascun lavoratore, d’inverno con rapporto individuala, d’estate in base alla “gravità” come se i bisogni dei bambini diminuissero d’estate e aumentassero d’inverno.

“Sono Lavoratori costretti ad essere costantemente “a disposizione” della cooperativa nell’attesa di una telefonata che dica loro se il giorno dopo saranno in servizio – proseguono i sindacalistispesso anche il giorno stesso; costretti di fatto anche a compiere attività non previste dalle loro qualifiche professionali pur di mantenere le ore di lavoro ed avere una continuità di reddito, diventando si fatto una forma di ricatto silenzioso effettuato ogni giorno ai danni dei lavoratori e dell’utenza.”

L’alternativa? PNR: PERMESSO NON RETRIBUITO

Sembra assurdo che, ancora nel 2023, il personale qualificato impiegato in questi servizi non abbia alcuna garanzia di reddito e sia costretto a lavorare a cottimo proprio da quel Comune che si vanta di avere standard qualitativi di servizi sociali ed educativi altissimi.

“Oggi era annunciata una visita dell’Assessore Venturini al Centro Estivo Virgilio, l’unico gestito della Cooperativa – concludono Bonaldo e D’Agostino – Visto il suo silenzio ad una nostra richiesta di incontro di 15 giorni fa abbiamo voluto convocare un’assemblea proprio li davanti ma l’assessore non si è visto.”

Cosa c’è che fa così paura nella voce dei lavoratori? Quale la difficoltà di ascoltarli? Non lo sappiamo. Eviteremo fino alla fine di proclamare il primo sciopero di questo servizio, ma servono risposte concrete alle richieste dei Lavoratori.

Ringraziamo tutti i Lavoratori che hanno partecipato alla iniziativa, in particolar modo alla Delegata Uil Barbara Zaccheo che si fa ogni giorno portavoce delle problematiche dei colleghi.

 Like

Padova, 28 luglio 2023 – Dopo numerosi incontri e serrato confronto al fine di rispondere meglio al differenziale tra il costo della vita e perdita del potere d’acquisto e al fine di aumentare la retribuzione mensile, si è convenuto di aggiornare e migliorare il precedente accordo sull’evt stipulato nel 2022.

L’accordo prevede che con decorrenza 1 gennaio 2023 una quota pari a 33,00€ per il livello 4°S, da riproporzionare ai vari livelli e ai part time, verrà riconosciuto come aumento della paga mensile per 14 mensilità.

L’effetto del nuovo tabellare e gli arretrati verranno erogati con le competenze di luglio 2023.

Per dar continuità all’accordo 2022 verranno mantenute le stesse quote economiche per quanto riguarda i bonus che continueranno a maturare fino ad eventuali integrazioni e/o modifiche che le parti si sono impegnate ad affrontare dal prossimo mese di settembre.

“Un accordo importante che vede coinvolte numerose strutture ed enti del nostro territorio – dichiara Federica Bonaldo Segretaria Regionale UIL FPL Venezia e Responsabile Regionale UIL FPL Terzo Settore – come Fondazione Venezia e Opera Santa Maria della Carità. Ora attendiamo che le strutture applichino l’accordo nei tempi previsti.”

In sintesi i principali punti dell’accordo:

  • a decorrere dall’1.1.2023, l’Elemento Retributivo Mensile Territoriale e la quota A dell’Elemento di Garanzia andranno a incrementare il tabellare
  • tali incrementi, compresi gli arretrati da gennaio,  verranno liquidati in busta paga con la prossima mensilità di luglio
  • per quanto riguarda il premio di risultato, ovvero la quota B dell’Elemento di Garanzia, vengono fatti salvo i criteri già definiti dall’accordo del 22.02.2022 con un’unica erogazione del premio ad aprile dell’anno successivo

Clicca qui per leggere e scaricare l’accordo.

Clicca qui per scaricare il volantino.

👇👇👇👇👇👇

Uneba accordo regionale

 Like

Chioggia, 20 luglio 2023 – Niente da fare, nemmeno il Prefetto è riuscito a trovare una soluzione e quindi si andrà allo sciopero della Polizia Locale del Comune di Chioggia.

Ma andiamo con ordine e ricapitoliamo la questione:

  • il 25 maggio, la UIL FPL unitamente alla RSU Aziendale riceveva il mandato da parte dei lavoratori di avviare lo stato di agitazione del personale riunito in assemblea, per le inadempienze da parte del Comandante della Polizia Locale clicca qui per leggere la comunicazione
  • il 19 giugno scorso, si è svolto l’incontro in Prefettura alla presenza del delegato del Prefetto dr. Antonio Genovese dove veniva deciso che le parti si rincontrassero dopo qualche giorno, ovvero il 23 giugno per trovare una soluzione conciliativa ovvero far cessare la disparità di trattamento e dei carichi di lavoro tra gli Operatori della Polizia Locale per quanto riguarda la turnazione festiva domenicale
  • con successiva nota del 3 luglio, venivano rigettate, senza alcuna sostanziale motivazione e con argomentazioni prive di concreto e reale riscontro, le modifiche proposte da UIL FPL ed RSU, che avrebbero portato ad una sostanziale equità e giustizia
  • il giorno 4 luglio, il Segretario Generale UIL FPL Veneto Dr. Mario Ragno fa un ulteriore tentativo invia una nota al Comandante della Polizia Locale Dr. Michele Tiozzo chiedendo  di ritornare nelle sue decisioni e trovare una soluzione in extremis per evitare lo sciopero – clicca qui per leggere la lettera
  • il 13 luglio, a fronte del fallito tentativo di conciliazione, abbimo deciso di andare avanti – clicca qui per leggere il comunicato – e quindi quest’oggi 20 luglio

UIL FPL unitamente alla RSU Aziendale

ABBIAMO PROCLAMATO

lo sciopero dei Lavoratori della Polizia locale di Chioggia per il prossimo 3 agosto 2023

“Abbiamo davvero cercato ogni soluzione mediativa possibile – affermano Michele Saya della Segreteria UIL FPL Venezia unitamente a Mirco Bardelle Coordinatore RSU del Comune di Chioggia – e davvero non comprendiamo la testardaggine e ritrosia da parte del Comandante Dr. Tiozzo, di ritornare sui propri passi e rivedere la turnistica di lavoro, che è davvero penalizzante per una buona fetta del personale coinvolto. A questo punto abbiamo avuto pieno mandato da parte dei Lavoratori di alzare il tiro e di proclamare lo sciopero e ci siamo presi la responsabilità di andare avanti da soli senza le altre Organizzazioni Sindacali.”

COMCH 230720 UIL proclamazione sciopero

 Like

Mestre, 12 luglio 2023 – Continua il confronto con la Direzione dell’Ulss 3, dove sono stati sottoscritti degli importanti accordi su alcuni istituti contrattuali. In sintesi:

Sono state recepite le proposte inviate dalle OOSS in merito, ed è quindi stato sottoscritto il nuovo REGOLAMENTO che disciplina l’ATTIVITA’ DEGLI RLS. Abbiamo anche definito un monte ore annuo da destinare ai permessi e predisposta apposita modulistica che identifica le ore richieste e il tipo d’intervento effettuato.

“Siamo riusciti a garantire lo stesso numero degli RLS finora in Azienda – afferma Giuseppe Puglisi componente UIL in Esecutivo ed RLS – risultato per niente scontato perchè le proposte iniziali erano peggiorative.”

Nel corso dell’incontro sono stati approfonditi aspetti di natura giuridica indispensabili per definire il regolamento per l’individuazione, la graduazione e l’attribuzione degli INCARICHI DI POSIZIONE E DI FUNZIONE ORGANIZZATIVA E PROFESSIONALE. Abbiamo condiviso un testo che verrà sottoscritto nelle prossime settimane. Ora manca solo di conoscere la mappatura che verrà predisposta dall’Azienda, con le posizioni e il valore economico assegnato.

Ci vengono presentate poi le indicazioni applicative per svolgimento di ATTIVITA’ PROFESSIONALE EXTRAISTITUZIONALE con le osservazioni inviate precedentemente dalle OOSS. Ricordiamo che proprio ieri – 11 luglio ndr – è stata emanata apposita circolare applicativa dalla Conferenza Stato-Regioni – clicca qui per scaricarla – che, pur non chiarendo  a nostro parere ancora definitivamente la questione – leggi qui le dichiarazioni della UIL FPL Nazionale –  detta le linee guida per l’applicazione. Sostanzialmente, dopo apposita richiesta del personale interessato, saranno consentite le attività esclusivamente riconducibili alle professioni sanitarie, indipendentemente dal profilo di inquadramento. Il personale potrà espletare solo prestazioni professionali al di fuori dell’Azienda, con esclusione di attività professionale “intra moenia”. Finalmente e in tempi brevi, potrà usufruire di tale opportunità.

Ci viene riproposta l’ipotesi di accordo sull’utilizzo dei RESIDUI CONTRATTUALI del 2022. Abbiamo proposto di destinare una parte di risorse per dare concreta risposta al personale che lavora a Venezia, costretto a fare il pendolare nel Centro Storico e nelle Isole. Inoltre, le risorse disponibili permettono di sanare alcune situazioni che da tempo si trascinato assegnando un riconoscimento una tantum ad altre figure quali Operatori Tecnici Coordinatori, Case Manager e Ostetriche dell’Hub di Mestre per la peculiarità dell’attività svolta. Una parte di queste risorse verrà riservata ai PROGETTI OBIETTIVO, ma al proposito crediamo sia indispensabile elaborare un nuovo regolamento. A consuntivo dovrebbero esserci risorse sufficenti a garantire anche una quota di produttività supplementare a tutto il personale. Contiamo di chiudere l’accordo nel mese di settembre.

Infine, ci viene comunicato che verranno ripristinate le INDENNITA’ congelate ad aprile scorso per l’attività svolta a domicilio di molti operatori, ma sull’argomento sarà necessario definire e sottoscrivere un nuovo accordo. Siamo soddisfatti perchè viene dato seguito alla nostra richiesta formulata il 3 luglio scorso – clicca qui per scaricare la nostra lettera.

A margine veniamo informati che per richiedere i BUONI PASTO, i lavoratori interessati devono inserire la sede di lavoro nella prossima comunicazione periodica, al fine di consegnare correttamente le nuove tessere.

Il prossimo incontro è previsto la prima settimana di settembre.

Presenti al tavolo per la UIL anche Stefano Boscolo e Francesco Menegazzi.

Visita la nostra pagina dedicata all’Ulss 3 cliccando qui.

ASL3 – 230713 Comunicato UIL 7-2023 rls-incarichi-residui-indennita

 

 

 Like

San Donà, 11 luglio 2023 – Nuovo incontro con l’Amministrazione dell’Ulss 4, ecco la sintesi di quanto discusso.

Finalmente sottoscritto – ad esclusione di Fp Cgil, Fials e Nursing Up – il REGOLAMENTO SUGLI INCARICHI di posizione, funzione organizzativa e professionale, dove sono state sostanzialmente recepite le nostre proposte. Restano da definire le modalità per il recupero a ore dell’eccedenza oraria maturata, argomento che verrà sviluppato nella fase di pesatura e gradazione. L’auspicio resta di partire con i bandi per settembre p.v..

Ci viene presentato il report sui PROGETTI OBIETTIVO svolti fino ad oggi nel periodo 1.1.2022-30.6.2023 totalmente finanziati con le risorse dei fondi, che sono al momento una quindicina e si estendono trasversalmente in vari contesti. La maggior parte di essi è orientata al supporto ed estensione dell’organizzazione. Abbiamo sottolineato, ancora una volta, che periodicamente ci venga rendicontato lo speso e gli ambiti di applicazione.

Entro il mese di ottobre verrà avviato il nuovo SISTEMA INFORMATIVO OSPEDALIERO (SIO), – clicca qui per scaricare le slides – progetto che unisce in rete tutte le Aziende Sanitari della Regione Veneto. Sono stati creati tre percorsi per semplificare la gestione delle attività ambulatoriale, emergenza urgenza e ricovero. Viene agevolato e uniformando l’interscambio di informazioni tra le Aziende Venete, al fine di migliorare la continuità assistenziale attraverso procedure uniche e condivise. Si conclude a fine ottobre il percorso formativo del personale dell’ULSS4, da novembre inizierà l’avvio in esercizio del SIO. Ci auguriamo che non si presentino le stesse problematiche dell’AOUI di Verona…

In merito al monitoraggio del processo di sperimentazione del nuovo modello orario dell’UOC MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE DI SDP, il quale prevede l’estensione delle fasce di apertura dei servizi, ci vengono presentati i dati sull’afflusso dell’utenza, suddivisi per servizio e periodo. Ancora una volta abbiamo evidenziato che il modello orario adottato risulta fortemente penalizzante per il personale e dai dati presentati non è possibile risalire a un effettivo incremento delle prestazioni erogate. Dopo le nostre osservazione l’Azienda ha dimostrato un’apertura a rivedere il modello orario, già da settembre p.v..

A margine abbiamo chiesto di sviluppare un regolamento che definisca criteri e modalità per lo spostamento volontario del personale tra le aree e sollecitato il pagamento ai beneficiari degli incentivi per le funzioni tecniche in applicazione del regolamento aziendale in vigore.

Il prossimo incontro è previsto per martedi 8 agosto.

Presenti al tavolo per la UIL Oreste Montagner, Marco Giacomel, Francesco Rapuano, Francesco Menegazzi Stefano Boscolo.

Clicca qui per scaricare il comunicato.
Clicca qui per vedere la pagina dedicata all’Ulss 4.

ASL4 – 230711 Comunicato UIL 6-2023 incarichi – sio – progetti – fkt

 Like

Venezia, 7 luglio 2023. Si conclude con esito positivo l’incontro tra le OO.SS e la Delegazione trattante Aziendale per il tentativo di conciliazione dello stato di agitazione, proclamato nell’assemblea del primo giugno dai lavoratori dell’Ospedale San Camillo IRCCS.

“Sostanzialmente sono state accettate tutte le proposte delle OO.SS che da tempo venivano eluse da Fondazione Villa Salus – affermano Stefano Boscolo e Caterina Vianello della UIL FPL Venezia – la quale si è impegnata a dare risposte in  merito a diverse tematiche.”

Nello specifico:

  • ORGANICI: l’IRCCS San Camillo, affiderà alla nuova azienda fornitrice dei pasti il lavaggio stoviglie ai piani, per sgravare di tale compito gli OSS e sta procedendo in questi giorni, in concomitanza con il periodo delle ferie estive, all’assunzione di 5 Operatori Socio Sanitari, al fine assicurare il miglior servizio possibile ai propri degenti, in un momento in cui vi è piena occupazione dei Reparti.  Inoltre, si impegna a un attento monitoraggio della dotazione contingente e ad avviare procedure concorsuali per il reclutamento del personale.
  • ACCORDO TEMPI DI VESTIZIONE: l’azienda si è impegnata a sottoscrivere l’accordo sulla monetizzazione del tempo di vestizione per le ore accumulate dal 01.10.2020 al 31.10.2021. Le ore eccedenti maturate dal 01.11.2021 al 31.12.2022 e non recuperate verranno quantificate per ciascun dipendente avente diritto e corrisposte nel primo trimestre del 2024.
  • PART TIME: si è impegnata a sottoscrivere l’accordo già presentato dalle OOSS, che disciplina l’istituto del Part-Time. Regolamentare tale istituto contrattuale è di fondamentale importanza, al fine di soddisfare le numerose richieste che arrivano dai lavoratori.
  • PRODUTTIVITA’: apprezziamo l’apertura dimostrata al fine di definire per l’anno 2023 un incentivo premiale per il personale del comparto.

I predetti accordi verranno definiti nel dettaglio nel più breve tempo possibile.

“Prendiamo atto dell’impegno di Fondazione Villa Salus a dare soluzione alle problematiche da tempo sollevate, risultato per niente scontato – conclude Stefano Boscolo Agostini della segreteria UIL FPL – e per questo motivo, unitamente a FP CGIL e CISL FP abbiamo deciso di dichiarare cessato lo stato di agitazione. Fermo restando che tale stato verrà nuovamente dichiarato laddove non trovi compimento il percorso oggi condiviso.”

Infine, fondamentale è stata la presenza dei Lavoratori che con la loro partecipazione hanno sostenuto la delegazione che è salita dal Prefetto. A loro va il nostro ringraziamento.

 Like

Mestre, 5 luglio 2023 – Incontro delicato quello di oggi con la Direzione dell’Ulss dove siamo stati ragguagliati in merito ad alcune questione relative ai FONDI. Nello specifico, veniamo informati della possibilità di trasferire le risorse derivanti dall’applicazione del nuovo Contratto, nel cosiddetto Fondo  Premialità e Condizioni di Lavoro, che ci garantirebbe il mantenimento delle quote di produttività in essere anche per il 2023.

“Un risultato per niente scontato – afferma Stefano Boscolo Coordinatore RSU e collaboratore della Segreteria Provinciale UIL FPL Venezia – perchè mette in sicurezza lo stipendio mensile dei Lavoratori di questa Azienda. Il nuovo contratto sembrava vincolasse l’assegnazione delle risorse su altri fondi, e si rischiava un abbattimento della quota mensile di produttività, effetto che non avremmo mai voluto. Gli approfondimenti dell’Azienda hanno consentito una corretta interpretazione che quindi garantirà il mantenimento delle quote in essere anche per l’anno in corso”.

Tale operazione ci consentirà di avviare un preciso confronto sulla questione delle INDENNITA’, poiché le risorse disponibili sono verosimilmente sufficienti a sviluppare una forma di produttività maggiorata per le unità operative non disciplinate esplicitamente nel nuovo CCNL. Nei prossimi incontri ci verrà proposta una mappatura che identifica le UUOO coinvolte. Inoltre, ci viene proposta una ipotesi di accordo per l’utilizzo dei residui contrattuali del 2022, che ci permetterebbe di sanare alcune situazioni pregresse e destinare delle risorse ai progetti obbiettivo. L’argomento verrà approfondito nei prossimi incontri.

Siamo poi stati informati che con la mensilità di agosto, settembre ed ottobre, ovvero in 3 tranches, verranno liquidate le quote del FONDO DI COLLABORAZIONE derivanti dall’attività di Libera Professione per gli anni 2018 e successivi, in applicazione del nuovo Regolamento. I beneficiari saranno i dipendenti operanti in ambiti stabilmente impegnati per lo svolgimento di questa attività con peso diverso in relazione al carico di lavoro, ma praticamente quasi tutti i servizi/uffici. La grande novità rispetto al passato è il coinvolgimento dei distretti di Dolo, Mirano e Chioggia, inseriti dopo l’unificazione delle Ulss.

Sul tema degli INCARICHI, l’Azienda sta valutando le integrazioni e le proposte fornite delle OOSS nei precedenti incontri. Inoltre, ci viene presentato un articolato che semplifica e definisce i processi di assegnazione, graduazione e individuazione degli incarichi di funzione organizzativa e professionali.

Abbiamo sollecitato di definire in tempi brevi il REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA’ PROFESSIONALE EXTRAISTITUZIONALE per il personale del comparto, come previsto dall’art. 13 del D.L 34/2023 viste le continue sollecitazioni che riceviamo dal personale.

Siamo stati aggiornati sull’evoluzione del processo di RIORGANIZZAZIONE DEI LABORATORI E IL SIT di Venezia. Lunedì 10 luglio parte l’affiancamento per i POCT, malgrado le rassicurazioni permangono le perplessità sulla collocazione della strumentazione e il disagio che comporta ai tecnici.

Infine, abbiamo chiesto che venga ripristinata l’INDENNITA’ DI ASSISTENZA DOMICILIARE, nelle giornate di effettiva attività a domicilio svolta fuori sede, per il personale che non lavora espressamente presso le ADI in applicazione dell’art.107 comma 2 del nuovo CCNL che non ha assolutamente disapplicato il precedente.

Insieme a Boscolo al tavolo era presente anche Giuseppe Puglisi Francesco Menegazzi.

Clicca qui per vedere la  pagina dedicata all’Ulss 3.

 Like

San Donà, 21 giugno 2023 – Proseguono gli incontri in Ulss 4 sugli argomenti di natura contrattuale per definire il nuovo CCDI, ma nel quale ci sono state anche date alcune importanti informazioni.

Preliminarmente ci viene presentato un report sulle AGGRESSIONI e violenze subite dal personale dell’Ulss nei diversi contesti e sulle iniziative organizzative per la gestione del rischio. Veniamo informati che sono stati 79 gli episodi di violenza nel solo 2022 dovuti a motivi più svariati, come disaccordo sui percorsi assistenziali, ritardi nella presa in carico del paziente, carenza di informazioni e quant’altro. Con il supporto del SPP si stanno individuando procedure da attivare presso i reparti più a rischio come i PS e le Psichiatria, attraverso la collaborazione di un pool di esperti del settore dove vengano coinvolti anche professionisti che sappiano supportare il personale oggetto delle stesse aggressioni. Un percorso difficle e complicato che deve essere comunque intrapreso e necessita il coinvolgimento di altri soggetti istituzionali comprese le forze dell’ordine.

Sul tema degli INCARICHI l’Azienda ha sostanzialmente recepito le proposte presentate dalle OOSS da inserire nel Regolamento applicativo, rinviando tuttavia la sottoscrizione dopo la discussione su come disciplinare il recupero delle ore straordinarie nel momento in cui verrà definito l’aspetto relativo alla graduazione economica. L’auspicio è di partire con i bandi per settembre p.v.. Ma forse questo non è l’obiettivo di altri componenti del tavolo…

Abbiamo chiesto conto della situazione dei PROGETTI OBIETTIVO, che l’Azienda continua a prevedere con l’utilizzo dei fondi contrattuali, ma che dovrebbe essere rivista alla luce delle novità introdotte dal CCNL. Abbiamo sottolineato anche i ritardi con i quali i progetti svolti vengono liquidati e chiesto di darci un report per fare le nostre valutazioni.

In merito alle pesdanti difficoltà del LABORATORIO DI PORTOGRUARO, c’è stato confermata l’assenza di ben 5 tecnici che sta comportando carichi elevati al personale costretto a prestare lavoro straordinario semi-programmato. E’ stato possibile solamente il reclutamento di un’unità tecnica che prenderà servizio a inizio luglio dove verrà inserito anche un nuovo OSS. A fronte di questa situazione è stato deciso di trasferire da giugno alcune attività di chimica clinica, immunometria ed ematologia urgente a San Donà. Abbiamo chiesto che venga fatta una valutazione che coinvolga tutti gli ambiti dei Laboratori che ricomprenda anche SIT e Anatomia Patologica.

Infine, in merito alla vertenza sul DIRITTO ALLA MENSA/BUONI PASTO, ribadiamo l’invito ai Lavoratori potenzialmente coinvolti nella vertenza, a inviare la nota predisposta e divulgata a tutti i Lavoratori via mail al protocollo dell’Azienda e contestualmente mandarci copia per sospendere i tempi di prescrizione. Attendiamo di conoscere quali siano le determinazioni di Regione Veneto, prima di avviare formalmente qualsiasi vertenza che, al momento, non riteniamo opportuna.

All’incontro ci sono stati presentati alcuni nuovi Dirigenti di recente nomina, tutte donne, Dr.ssa Tiziana Mello (Risorse Umane), Dr.ssa Simona Dalla Bianca (Professioni Sanitarie), Dr.ssa Elena Momesso (Anmestesia e Rianimazione).

Presente al tavolo per la UIL Oreste Montagner oltre a Francesco Menegazzi e Stefano Boscolo collegati da remoto.

Clicca qui per vedere la  pagina dedicata all’Ulss 4.

 Like