UIL FPL VENEZIA

NEWS GENERALI

Mestre, 17 gennaio 2024 – Cominciano nel migliore dei modi gli incontri con Fondazione Venezia nel 2024. Nell’incontro odierno, rinviato più volte da settembre, siamo riusciti a chiudere l’accordo che riconosce un premio una-tantum di circa 110€ per il 2023 gli Operatori Socio Sanitari che prestano servizio nel SAD.

“E’ un primo obiettivo minimo – afferma Morena Serra Dirigente Sindacale della UIL FPL in Fondazione – che finalmente riconosce gli sforzi fatti in tutti questi anni dal personale che lavora nel territorio, ma che dobbiamo rendere stabile e incrementare in analogia con il superminimo che percepisce il personale delle Residenze (40€ ndr). Riteniamo coerente e serio definire una quota unica per tutti gli Operatori a prescindere dalla sede di lavoro. Siamo molto soddisfatti, perchè erano anni che solo noi come UIL spingevamo per ottenere tale risultato”.

Abbiamo già concordato una data per un prossimo incontro per definire un percorso per un riconoscimento stabile anche per il futuro.

“Ricordiamo che le iniziali proposte di Fondazione – prosegue la sindacalista – erano molto diverse e prevedevano una penalizzazione legata sia al numero di assenze, sia al numero di eventi di assenza nel corso dell’anno, che abbiamo immediatamente rigettato.”

Nel corso dell’incontro c’è stato presentato il bilancio 2024 che, com’è noto è ancora in negativo, ma è previsto un piano di rientro che dovrebbe concludersi nel 2027. Nel corso dell’anno è previsto il rinnovo del parco auto per il SAD con un notevole incremento delle spese.

Abbiamo poi discusso della turnistica delle Residenze, in particolar modo del Turazza, ad esito della sperimentazione del nuovo modello orario. Nel ribadire ancora una volta con fermezza, che non è una scelta del Sindacato quella di modificare la matrice del turno e della UIL in particolare, ma è scelta della Direzione anche sulla base delle richieste della raccolta di firme presentata dal personale lo scorso anno, abbiamo comunque deciso di confrontarci in un incontro specifico per valutare eventuali criticità e trovare nuove soluzioni. Respingiamo al mittente le recenti accuse mosse da altre Organizzazioni Sindacali attraverso fantasiosi volantini diffamatori.

Siamo poi stati informati che a breve verrà rivisto il protocollo per la somministrazione dei farmaci agli ospiti della Comunità per malati psichiatrici del Giubileo di Venezia, che era contradditorio e non garantiva il rispetto delle competenze tra operatori e infermieri, acnhe a fronte dei rilievi che lo stesso Ordine degli Infermieri aveva sollevato.

Infine, abbiamo proposto che venga disciplinato il regolamento per l’istituzione del ruolo di coordinamento all’interno delle strutture residenziali e delle comunità. A breve faremo una specifica proposta al riguardo.

Nella pagina dedicata del nostro sito – che potete visitare cliccando qui – troverete ogni altra informazione utile.

Ecco il testo dell’accordo che potete scaricare cliccando qui.

FONDVE – 240117 Accordo premialita SAD

 Like

Mestre, 19 dicembre 2023 – Importante confronto con l’Azienda ULSS3, nella quale è stato sottoscritto l’accordo sui Differenziali Economici di Professionalità, le ex-fasce, e la distribuzione delle risorse economiche per la Libera Professione di Collaborazione.

Nel dettaglio:

Differenziali Economici di Professionalità – l’accordo prevede che nella formulazione delle graduatorie, il peso della valutazione resti del 60%calcolato sulle ultime tre valutazioni maturate in Azienda. Il restante 40% verrà calcolato sulla base dell’esperienza professionale così determinata:

  • – 0,25 pt/anno per l’anzianità di servizio complessiva per un massimo di 10 punti.
  • – 6 pt/anno di permanenza nella ex-fascia economica in godimento per un massimo  di 30 punti.

Il meccanismo e sistema di punteggio, consente di garantire un’equa rotazione del personale evitando che venga privilegiata SOLO l’anzianità complessiva.

Abbiamo smorzato la proposta dell’Azienda che sarebbe risultata ancor più penalizzante per coloro nelle fasce più basse, ovvero per i più giovani, garantendo comunque la stessa percentuale di passaggi tra le aree, con un meccanismo analogo a quello in vigore da anni in Azienda che era ben rodato e compreso dal personale.

“Non è stato semplice chiudere questa partita – dichiara Stefano Boscolo Agostini a nome della Segreteria UIL FPL – perché le proposte iniziali dell’Azienda erano sostanzialmente diverse e prevedevano una sproporzione troppo alta nel punteggio da assegnare all’anzianità complessiva e di fascia. Abbiamo rinviato ai prossimi anni la definizione di criteri correlati alle capacità culturali e professionali, nel momento in cui l’Azienda definirà tipologie di percorsi formativi e garantirà le stesse opportunità a tutto il personale. Sottolineo che siamo arrivati alla firma sul filo di lana, perché era necessario chiudere entro l’anno”.

Per tale istituto sono a disposizione 1.500.000€ che garantiranno il passaggio a circa 1200-1300 Lavoratori. Ricordiamo che il costo medio del DEP è superiore a quello delle vecchie Progressioni Orizzontali.

Libera Professione di Collaborazione – viene integrato l’accordo già sottoscritto a fine 2022 – che potete trovare cliccando qui – che prevede una forbice di 1 a 5 tra il personale coinvolto e introduce il meccanismo di rotazione per il personale negli anni. È stato ribadito come l’attività sia svolta con l’adesione volontaria e il personale con rapporto di lavoro part-time concorre alla distribuzione delle ore in proporzione all’orario. Viene confermato che non sarà possibile usufruire di tale istituto per i beneficiari di permessi orari nella stessa giornata.

A margine l’Azienda ci ha comunicato che prevede di estendere il modello orario delle 12 ore per i Lavoratori che prestano servizio sul territorio lagunare. Una soluzione finalizzata a migliorare la qualità di vita del personale, tenendo conto delle peculiarità del territorio veneziano e dei tempi di percorrenza per raggiungere il luogo di lavoro. L’opzione delle 12 ore verrà proposta in via sperimentale nelle UU.OO. con un’articolazione oraria estesa alle 24 ore e con un impatto assistenziale di livello medio – basso a condizione che sia richiesta dalla maggioranza del personale.

Al tavolo oltre a Stefano Boscolo Agostini, anche Francesco Menegazzi, Giuseppe Puglisi, Luca Favaretto oltre a Igor Penzo collegato da remoto.

Vi ricordiamo che in queste settimane sono in distribuzione i gadget di fine anno, mentre la tessera di iscrizione vi verrà consegnata successivamente. Cogliamo l’occasione per porgere i nostri migliori auguri di Buone Feste, e soprattutto di un Buon Anno.

Clicca qui per scaricare il comunicato.

ASL3-Comunicato-UIL 12-2023 Dep-Libera

 Like

San Donà, 1° dicembre 2023 – Dopo mesi di confronto finalmente abbiamo raggiunto un accordo. Nel corso della trattativa odierna abbiamo firmato l’intesa sul tema degli Incarichi e sui Differenziali Economici Professionali (ex fasce).

Ecco in sintesi le principali caratteristiche:

INCARICHI – dopo  l’intesa firmata l’11 luglio scorso nella quale era stato licenziato il regolamento per l’individuazione e l’attribuzione degli incarichi di posizione, degli incarichi di funzione organizzativa e professionale, con l’accordo di oggi é stato definito il meccanismo delle pesature, che vanno dai 4000€ fino ai 13500€ per gli incarichi di media ed elevata complessità.

C’è stata illustrata anche una prima ipotesi per l’assegnazione degli incarichi di funzione professionali. Va sottolineato che la definizione della pesatura è materia di confronto, ma resta un onere e responsabilità dell’Azienda che ne definisce l’istituzione e la graduazione.

Ci auguriamo che quanto prima si proceda alla copertura delle posizioni vacanti quanto riguarda gli incarichi di organizzazione di coordinamento, così come si proceda celermente con l’avvio dei bandi per la copertura degli incarichi professionali.

DEP – rispedita al mittente la proposta di innalzare al 70%, il peso della valutazione che quindi resta confermato a 60%, calcolata sulle ultime tre valutazioni maturate in Azienda. Il  restante 40% verrà calcolato sulla base dell’esperienza professionale così determinata:

  • 0,15 pt/anno per l’anzianità di servizio complessiva per un massimo di 6 punti.
  • 6 pt/anno di permanenza nella ex-fascia economica in godimento per un massimo  di 36 punti.
  • per il personale fermo nella stessa fascia da più di 7 anni verrà attribuito un punteggio aggiuntivo 1 pt/anno fino al raggiungimento di un max. 40 punti.

Tale meccanismo e sistema di punteggio, consente di garantire un’equa rotazione del personale evitando che venga privilegiata SOLO l’anzianità complessiva.

Inoltre, viene garantita la stessa percentuale di passaggi tra le aree, con il meccanismo dello scorso anno 2022, evitando le pesanti sperequazioni tra i ruoli come successe negli anni precedenti, nei quali non firmammo mai alcun accordo.

Infine, abbiamo impegnato formalmente l’azienda a destinare eventuali ulteriori risorse stabili che dovessero residuare, per far scorrere le graduatorie. Gli arretrati per gli aventi diritto verranno calcolati a partire dal 1 gennaio 2023.

“Siamo riusciti a chiudere dopo mesi di discussione, le due più importanti questioni legate alle novità apportate dall’ultimo contratto – riferisce Stefano Boscolo a nome della Segreteria UIL FPL – ma purtroppo dobbiamo constatare che non tutta la parte sindacale lo ha voluto sottoscrivere, con motivazioni pretestuose e demagogiche. Le risorse per i Dep sono scarse, ma in linea con quelle assegnate negli anni scorsi ed è falso affermare che si sarebbero potuti utilizzare i fondi assegnati agli incarichi, perché erano risorse vincolate a quell’utilizzo. Ci sembra invece che la posizione delle OOSS non firmatarie era assolutamente pregiudiziale e non vi era alcuna volontà di trovare una soluzione nell’interesse dei Lavoratori. “

Presenti al tavolo come UIL FPL anche, Oreste Montagner, Giovanna Zorzetto, Nazzarena Bona, Carla CastellettoFrancesco Rapuano.

ASL4021223Comunicato10

 Like

Venezia, 30 novembre 2023 – È stato uno dei volti più conosciuti nel mondo sindacale dell’Ospedale di Venezia degli anni 90, dove ha rivestito il ruolo di Delegato Aziendale della UIL FPL prima di diventare anche Segretario Provinciale contribuendo alla crescita del nostro sindacato.

Infermiere in Pneumologia al Civile, era diventato Coordinatore e, trasferito a Mestre, aveva svolto il suo ruolo in Geriatria e poi in Ortopedia. Negli ultimi anni, la scelta di lasciare il nostro sindacato e di proseguire con un’altra sigla.

Una persona schietta e perentoria, con la quale non sono mancati scontri anche piuttosto accesi nel corso di molte assemblee, riunioni e trattative, ma con la quale i rapporti non si sono mai interrotti.

Alla moglie Laura e alle sue figlie, le condoglianze di tutta la Uil Fpl Venezia.

Ciao Ferruccio, riposa in pace… 🙏

 Like

Mestre, 28 novembre 2023 – Confronto importante quello di oggi con l’Azienda ULSS3, nella quale è stato sottoscritto un importante accordo finalizzato alla distribuzione degli ulteriori residui del 2022 e la costituzione dei fondi.

Nel dettaglio:

  • – con la quota residua del 2022, viene stabilito un riconoscimento straordinario una tantum per i Lavoratori che hanno prestato servizio nel 2022 – in modo proporzionale al periodo lavorato – in specifici contesti che affrontano quotidianamente gravi criticità ovvero coloro che operano presso il Dipartimento Materno-Infantile, il Dipartimento di Salute Mentale, e le Aree Mediche, nel dettaglio il personale della UOC di Geriatria dei 5 ospedali coloro che lavorano nelle UOC di Medicina dei presidi Ospedalieri di Chioggia, Mirano e Dolo non beneficiari di specifiche indennità, con quote che vanno da
    • 848€ per gli ex Ds (comprese le ostetriche)
    • 748€ per gli ex-D
    • 666€ per gli ex-C
    • 616€ per gli ex-Bs
    • 550€ per gli ex-B ed A

Le somme citate verranno liquidate con la mensilità di dicembre. Con eventuali ulteriori residui che si rendessero disponibili in futuro, verranno valutate altre situazioni di particolare disagio/criticità.

  • – firmato anche l’accordo sulla distribuzione dei fondi contrattuali (artt. 102 e 103), che dettaglia le spese per incarichi, progressioni economiche, indennità, premialità e condizioni di lavoro.

Fumata nera sui Differenziali Economici Professionali, l’obiettivo è garantire, come già anticipato nei precedenti comunicati, un’equa rotazione tra il personale, considerando la permanenza nell’ultima fascia di godimento, anzianità di servizio e valutazione individuale. Abbiamo rispedito al mittente l’ipotesi di considerare una percentuale del 20% finalizzata alla formazione che, come sappiamo, non viene garantita a tutti in modo equo.

“Siamo soddisfatti per aver chiuso questa partita che si trascinava da troppi mesi e rischiava di non trovare soluzione – dichiara Stefano Boscolo a nome della Segreteria UIL FPL – e lo siamo perché è stato siglato anche da coloro che non avevano condiviso il precedente accordo di ottobre, e che in modo discutibile, ci avevano fortemente attaccato, ma che oggi hanno invece ritenuto di poterlo sottoscrivere”. 

A margine veniamo informati che a breve partirà la raccolta di richieste, per la liquidazione dello straordinario fino al 40% del monte orario accantonato. Nel prossimo incontro ci verranno presentati i nuovi regolamento per il part-time e lavoro agile, con le integrazioni suggerire.

Procede il lavoro della commissione per individuare i beneficiari degli incentivi ex. art. 113 D.Lgs 50-2016, nel merito abbiamo chiesto di velocizzare il processo e di garantire il rispetto di quanto definito dalle norme di legge.

A breve verremo convocati per istituire il Comitato Paritetico per l’innovazione, dove proporremo di esentare dal servizio notturno e dalla pronta disponibilità del personale maggiore di 62 anni.

Presenti al tavolo come UIL FPL anche Luca FavarettoGiuseppe Puglisi, con Igor Penzo e Francesco Menegazzi collegati in videoconferenza.

In allegato il consueto comunicato.

ASL3 – Comunicato UIL 11-2023 dep-progetti-territorio 281123

 Like

Ancora una volta nella nostra sede abbiamo voluto istituire il POSTO OCCUPATO per dedicare a Giulia, e a tutte le donne uccise dalla ferocia dell’uomo, un piccolo pensiero insieme a questo piccolo video – clicca sull’immagine per visualizzarlo.

Non possiamo negare che questo 25 novembre sia particolarmente triste e sentito, specie nella nostra provincia.

Il femminicidio di Giulia Cecchettin, assassinata pochi giorni fa da un piccolo uomo, che non accettava di essere stato lasciato e respinto, ci ha lasciato tutti sgomenti e attoniti.

Ma non possiamo accettare che questa situazione sia normale

Vogliamo urlare il nostro dissenso, la nostra indignazione!

Questi omicidi non devono accadere mai più, non può diventare un’orribile abitudine!

Bisogna urlarlo nelle piazze, nei cortei, per le città!

Bisogna insegnare che l’amore non è possessione!

A Giulia e a tutte le 100 donne assassinate solo nel 2023, che vogliamo ricordare una ad una, con questo nero appello:

  1. Teresa Spanò 2 Gennaio
  2. Giulia Donato 4 Gennaio

  3. Martina Scialdone 13 Gennaio
  4. Oriana Brunelli 14 Gennaio
  5. Teresa Di Tondo 15 Gennaio
  6. Alina Cristina Cozac 22 Gennaio
  7. Giuseppina Faiella 28 Gennaio
  8. Yana Malayko 1 Febbraio
  9. Margherita Margani 4 Febbraio
  10. Antonia Vacchelli 6 Febbraio
  11. Melina Marino 11 Febbraio
  12. Santa Castorina 11 Febbraio
  13. Cesina Bambina Damiani 12 Febbraio
  14. Rosina Rossi 16 Febbraio
  15. Chiara Carta 18 Febbraio
  16. Sigrid Grober 19 Febbraio
  17. Maria Luisa Sassoli 23 Febbraio
  18. Giuseppina Traini 25 Febbraio
  19. Caterina Martucci 1 Marzo
  20. Rosalba Dell’Albani 4 Marzo
  21. Iolanda Pierazzo 6 Marzo
  22. Iulia Astafieya 7 Marzo
  23. Rossella Maggi 8 Marzo
  24. Petronilla De Santis 9 Marzo
  25. Rubina Kousar 9 Marzo
  26. Maria Febronia Buttò 10 Marzo
  27. Pinuccia Contin 16 Marzo
  28. Francesca Giornelli 28 Marzo
  29. Agnese Oliva 29 Marzo
  30. Zenepe Uruci 30 Marzo
  31. Carla Pasqua 31 Marzo
  32. Alessandra Vicentini 31 Marzo
  33. Sara Ruschi 13 Aprile
  34. Brunetta Ridolf 13 Aprile
  35. Rosa Gigante 18 Aprile
  36. Anila Ruci 19 Aprile
  37. Stefania Rota 21 Aprile
  38. Barbara Capovani 23 Aprile
  39. Wilma Vezzaro 25 Aprile
  40. Antonella Lopardo 2 Maggio
  41. Rosanna Trento 3 Maggio
  42. Danjela Neza 6 Maggio
  43. Jessica Malaj 7 Maggio
  44. Anica Panfile 21 Maggio
  45. Yirel Natividad Peña Santana 27 Maggio
  46. Ottavina Maestripieri 1 Giugno
  47. Giulia Tramontano 1 Giugno
  48. Pierpaola Romano 1 Giugno 
  49. Giuseppina De Francesco 8 Giugno
  50. Maria Brigida Pesacane 8 Giugno
  51. Floriana Floris 9 Giugno
  52. Cettina De Bormida 10 Giugno
  53. Rosa Moscatiello 12 Giugno
  54. Svetlana Ghenciu 19 Giugno
  55. Margherita Ceschin 24 Giugno
  56. Laura Pin 28 Giugno
  57. Maria Michelle Causo 28 Giugno
  58. Ilenia Bonanno 6 Luglio
  59. Benita Gasparini 19 Luglio
  60. Mariella Marino 20 Luglio
  61. Norma 22 Luglio
  62. Vera Maria Icardi 24 Luglio
  63. Marina Luzi 25 Luglio
  64. Angela Gioiello 28 Luglio
  65. Mara Fait 28 Luglio
  66. Sofia Castelli 29 Luglio
  67. Iris Setti 6 Agosto
  68. Maria Costantini 9 Agosto
  69. Celine Frei Matzohl 13 Agosto
  70. Anna Scala 17 Agosto
  71. Vera Schiopu 19 Agosto
  72. Francesca Renata Marasco 28 Agosto
  73. Rossella Nappini 4 Settembre
  74. Marisa Leo 6 Settembre
  75. Nerina Fontana 16 Settembre
  76. Cosima D’Amato 20 Settembre
  77. Maria Rosa Troisi 20 Settembre
  78. Rosaria Di Marino 20 Settembre
  79. Liliana Cojita 21 Settembre
  80. Manuela Bittante 25 Settembre
  81. Anna Elisa Fontana 25 Settembre
  82. Carla Schiffo 27 Settembre
  83. Monica Berta 27 Settembre
  84. Klodiana Vefa 28 Settembre
  85. Egidia Barberio 30 Settembre
  86. Anna Malmusi 1 Ottobre
  87. Piera Paganelli 4 Ottobre
  88. Eleonora Moruzzi 5 Ottobre
  89. Silvana Aru 13 Ottobre
  90. Concetta Marruocco 14 Ottobre
  91. Marta Di Nardo 20 Ottobre
  92. Antonella Iaccarino 21 Ottobre
  93. Giuseppina Lamarina 24 Ottobre
  94. Pinuccia Anselmino 25 Ottobre
  95. Annalisa D’Auria 28 Ottobre
  96. Etleva Kanolija 29 Ottobre
  97. Michele Faiers Dawn 1 Novembre
  98. Patrizia Vella Lombardi 14 Novembre
  99. Francesca Romeo 18 Novembre
  100. Giulia Cecchetin 18 Novembre
 1

Padova, 17 novembre 2023 – Davvero imponente la presenza della UIL FPL Venezia alla manifestazione regionale di Padova in occasione dello sciopero generale proclamato da Cgil e Uil contro la legge di bilancio.

Più di un centinaio i Lavoratori iscritti e simpatizzanti della UIL FPL Venezia che hanno voluto partecipare alla manifestazione, che hanno riempito un intero autobus partito da Mestre – andato sold out in meno di 48 ore – e che hanno raggiunto la città patavina con mezzi propri.

Il corteo, partito dalla Stazione di Padova si è snodato verso viale Codalunga, Piazzale Mazzini, via Tasso, via Dante, via Manin per arrivare fino a Piazza Antenore sede della Prefettura cha non è riuscia a contenere i partecipanti.

Alla base della mobilitazione c’è lo sdegno per una manovra peggiorativa che non prevede assunzioni e stabilizzazioni dei precari, la detassazione della retribuzione, risorse adeguate per il rinnovo dei CCNL pubblici e appropriati investimenti sulla sanità volti a salvaguardare il SSN. Servono più risorse per il rinnovo dei contratti dei lavoratori pubblici. Le buste paga dei lavoratori continuano a perdere oltre il 10% di potere d’acquisto. Vogliamo tutelare il salario di tutti i lavoratori dei servizi pubblici, anche quelli con contratti privati, evitando il dumping contrattuale e arrivando ad un contratto unico di settore.

Sollecitiamo il Governo ad attuare la sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato incostituzionale il differimento del TFR/TFS dei lavoratori pubblici fino a 7 anni: una vera e propria appropriazione indebita da parte dello Stato del salario differito di migliaia di dipendenti. È necessario estendere anche al pubblico impiego la fiscalità incentivante per la contrattazione di secondo livello, così come già previsto per i privati. Regioni, Province e Comuni subiranno un taglio di 600 milioni di euro che metterà a rischio, ancora una volta, il turnover del personale.

La UIL FPL e la UIL FPL di Venezia è stata ancora una volta protagonista nella riuscita dello sciopero e della mobilitazione nel nostro territorio. La mobilitazione continua!

Ecco i video della manifestazione.


 Like

Roma, 6 novembre 2023 – Con sentenza pubblicata lo scorso 3 novembre, il TAR del Lazio si esprime sulla illegittimità delle differenze tra i dipendenti pubblici e privati in materia di visite fiscali, accogliendo integralmente il ricorso proposto dal Sindacato UILPA della Polizia Penitenziaria.

Più nel dettaglio, i Giudici Amministrativi hanno deciso di intervenire sul decreto Madia-Poletti, il decreto n. 206 del 2017, sostenendo l’illegittimità della normativa che regolamenta le fasce orarie di reperibilità e le modalità delle visite di controllo per i dipendenti pubblici assenti per malattia.

Infatti, attualmente, il personale medico incaricato dall’Inps, può effettuare visite al lavoratore presso il domicilio indicato nel certificato di malattia, con un’importante differenza tra settore pubblico e privato. Ciò perché, se per i dipendenti pubblici, le visite possono avvenire tra le 9 e le 13, nonché tra le 15 e le 18, quindi complessivamente per 8 ore su 24; per ciò che concerne i lavoratori del settore privato, le fasce orarie valide sono decisamente più ridotte, poiché la visita fiscale può avvenire dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, per un totale di sole 4 ore.

Pertanto, il Tribunale Amministrativo del Lazio spiega che la mancata armonizzazione della disciplina delle fasce orarie di reperibilità ha, fra l’altro, determinato una disparità di trattamento del tutto ingiustificata fra i dipendenti pubblici e quelli del settore privato, considerando che un evento come la malattia non può essere trattato diversamente a seconda del rapporto di lavoro intrattenuto dal personale che ne viene colpito, ne è quindi derivata la violazione dell’art. 3 della Costituzione, non essendo rispettato il principio di uguaglianza. Il TAR ha altresì precisato che, stante l’effetto conformativo riconosciuto alla sentenza, nell’adozione del nuovo decreto non potrà non tenersi conto di quanto statuito.

La UIL FPL, in questi mesi, ha ripetutamente sottolineato l’esigenza di porre fine all’ ingiustizia che vede coinvolti i lavoratori pubblici, per questo, la UIL FPL saluta favorevolmente la pronuncia del Tribunale Amministrativo, che riconosce e sancisce il perseguimento necessario dell’eguaglianza di trattamento tra ambito lavorativo pubblico e privato, specificando che il prossimo decreto che regolamenterà la materia non potrà prescindere dalla suindicata sentenza del Tribunale medesimo. Fatte queste premesse, il provvedimento del TAR, ancora una volta, mette in luce le numerose criticità legale al settore pubblico, a causa delle quali i pubblici dipendenti risultano ad oggi lavoratori fortemente penalizzati.

(Fonte UIL FPL Nazionale)

 Like

Mestre, 25 ottobre 2023 – Prosegue il confronto sindacale dopo la sottoscrizione degli importanti accordi dell’ultimo incontro che hanno garantito importanti riconoscimenti economici al personale dell’Ulss e che sono stati corrisposti in parte nella busta paga del mese corrente. Al proposito vi invitiamo a darci conto di eventuali difformità e comunicarcele attraverso ogni canale. Ecco quanto discusso nell’incontro di oggi:

  • * ci viene presentata una bozza di nuovo Regolamento sui PROGETTI OBIETTIVO, che risulta necessaria visto che quello in vigore è ormai datato (2011-2012) e venne costruito su misura per la sola ex-Ulss 12. La proposta è interessante e prevede l’incremento delle quote per il personale collocato nelle diverse Aree (da 34-36€ a 50€ per gli ex D e Ds, da 30€ a 40€ per gli ex C, da 27€ a 30€ per gli ex-Bs e da 26€ a 28€ per gli ex A e B), tuttavia vanno date alcune garanzie relativamente alla platea del personale potenzialmente coinvolto e determinare una sorta di forbice che definisca un limite tra chi può prendere il massimo e il minimo all’interno dello stesso progetto.
  • * c’è poi stata presentata una prima proposta di accordo sui DEP, ovvero i DIFFERENZIALI ECONOMICI DI PROFESSIONALITA’ che sostituiscono le vecchie fasce. E’ necessario costruire un nuovo accordo, che dovrà sostituirà il precedente che disciplinava il sistema delle fasce. Il peso della valutazione – che verrà calcolata sugli ultimi 3 anni – resta sempre del 60% così come l’anzianità del 40%. L’obiettivo è quello di non stravolgere il meccanismo esistente che garantiva una sostanziale rotazione dei passaggi tra il personale.
  • * RETE ASSISTENZIALE TERRITORIALE – presentato il nuovo assetto organizzativo aziendale – clicca QUI per scaricare le slides – progetto per la ripresa e l’incremento dei servizi con risorse finanziate dal PNRR, finalizzato a migliorare la continuità assistenziale nel territorio, che comprende una fitta rete di servizi tra i quali i consultori familiari, le case di comunità con gli Infermieri di Famiglia o Ccomunità, l’ADI, gli Hospice e gli Ospedali di Comunità. A margine veniamo informati che prossimamente sarà pronta la nuova sede dell’ADI di Mirano che si sposterà presso l’area del ex-PS nell’Ospedale di Noale.
  • * in merito all’applicazione del DECRETO ANTICIPI, veniamo informati che la Regione non ha ancora dato indicazioni alle AULSS per l’anticipo previsto con la mensilità di dicembre per la vacanza contrattuale. Precisiamo che le ULSS necessitano di specifico finanziamento per poter erogare tali emolumenti. Come UIL abbiamo già inviato una formale richiesta al Presidente della Regione Luca Zaia e all’Assessore Regionale alla Sanità Manuela Lanzarin, affinché diano disposizioni in tal senso – clicca 👉 QUI 👈 per scaricarla.

A margine veniamo informati che il pagamento del progetto vacanze sicure avverrà non appena saranno rendicontate dai Responsabili le ore svolte dal personale, presumibilmente entro l’anno.

Presenti al tavolo come UIL FPL anche Igor Penzo, Giuseppe Puglisi, e Stefano Boscolo Agostini collegato in videoconferenza.

Clicca qui per scaricare il comunicato.

ASL3 – 231025 Comunicato UIL 10-2023 dep-progetti-territorio

 Like

Portogruaro, 24 ottobre 2023 – Non senza difficoltà riprende il tavolo di confronto con l’Ulss 4. L’Azienda ci ha illustrato una proposta di distribuzione del fondo sui vari istituti con le seguenti caratteristiche.

  • – rispetto agli INCARICHI – sia di posizione per l’elevata qualificazione, che di funzione e professionali – l’ipotesi è quella di definire una nuova pesatura con un punteggio assegnato attraverso delle specifiche griglie. L’impianto proposto lo potete trovare cliccando 👉🏽 QUI 👈🏽. Come UIL abbiamo ribadito che prima di sottoscrivere l’accordo vogliamo conoscere la mappatura completa  con la pesatura relativa ad ogni singola posizione anche se, va sottolineato, resta un onere e decisione unilaterale dell’Azienda la definizione della stessa mappatura. Abbiamo anche chiesto che la decorrenza economica per le posizioni già assegnate sia retroattiva e parta dal 1.1.2023.
  • – c’è poi stata presentata una proposta di accordo sui DEP, ovvero i Differenziali Economici di Professionalità che sostituiscono le vecchie fasce. L’accordo non fa altro che ricopiare l’art.19 del vigente contratto, prevedendo tuttavia l’incremento del peso della valutazione al 70%, e riducendo al 30% quella dell’esperienza professionale.

“Abbiamo la necessità di andare in continuità con l’accordo sottoscritto nel 2022 – spiega Francesco Menegazzi Segretario UIL FPL – che finalmente avava ristabilito equità nell’assegnare le fasce sulla base di una corretta ripartizione delle risorse nelle diverse graduatorie e per il quale come UIL ci eravamo battuti allo stremo. Il meccanismo proposto invece rischia di penalizzare chi è fermo nella (ex)-fascia da più tempo e privilegiare sempre i più anziani. In merito alla percentuale da assegnare a valutazione e anzianità, riteniamo che debba essere rispristinata la stessa percentuale  del 60%-40% già in essere in precedenza. Contiamo nel buon senso dell’Azienda.” 

  • – LAVORO AGILE: ci viene presentato il Regolamento che disciplina l’istituto, per il quale ci siamo riservati di fare le nostre valutazioni e proporre alcune integrazioni. E’ una norma contrattuale che va applicata cercando di andare incontro in modo equo al personale che intenda beneficarne, e altresì di agevolare coloro in condizioni personali e familiari di maggiore necessità.

Ancora, nuovamente, è stato chiesto di costruire un Regolamento sulla MOBILITA’ VOLONTARIA, per rendere trasparente il meccanismo dei trasferimenti e spostamenti di sede e Unità Operativa. Per la prima volta l’Azienda è sembrata disponibile alla discussione, pur esternando alcune difficiltà. Abbiamo anche chiesto che vengano convocati tavoli specifici sui diversi argomenti che poniamo attraverso lettere o richieste, come specifiche situazioni di UUOO. Ci viene riferito infine che i ritardi nella consegna dei  CARTELLINI si sta normalizzando, ad oggi sono visibili quelli di luglio u.s.

Il prossimo è previsto per lunedì 13 novembre.

Nutrita la presenza della delegazione della UIL FPL, composta da Oreste Montagner, Giovanna Zorzetto, Nazzarena Bona, Carla Castelletto, Marco Giacomel e Francesco Rapuano, oltre che dal Segretario Francesco Menegazzi.

Clicca 👉🏽 qui 👈🏽 per scaricare il volantino.

ASL4 – 231024 Comunicato UIL 9-2023 incarichi – DEP – lavoro agile

 Like