UIL FPL VENEZIA

Mestre, 6 marzo 2024 – Ripreso dopo 78 giorni il confronto con la Direzione dell’ULSS 3 Serenissima. Molti gli argomenti trattati, ecco una breve sintesi.

  • PART-TIME – la novità più importante del nuovo Regolamento del quale stiamo ancora discutendo, riguarda il cambiamento delle modalità di assegnazione del lavoro a tempo ridotto. Ora, gli interessati dovranno presentare una specifica richiesta all’interno della loro area territoriale (Mestre – Venezia – Dolo/Mirano-Noale – Chioggia) e solo al momento dell’assegnazione potranno scegliere la tipologia di part-time (18, 24 o 30 h), compatibilmente con le posizioni disponibili. Questo nuovo sistema permetterà di superare il meccanismo delle graduatorie blindate e offrirà maggiore flessibilità/possibilità nell’assegnazione. Prima di esprimere un parere definitivo e sottoscriverlo, ci riserviamo di ricevere la copia definitiva e verificare se sono state inserite tutte le integrazioni/modifiche da noi suggerite. Considerando le elevate aspettative del personale, auspichiamo che vengano presto pubblicati gli avvisi per la formazione delle graduatorie.
  • LAVORO AGILE E DA REMOTO – il regolamento sottoscritto disciplina le modalità di fruizione coerentemente con quanto previsto dalle norme di legge e contrattuali. I lavoratori interessati dovranno presentare la propria istanza tramite apposita modulistica e, previo parere favorevole dell’Azienda, verrà sottoscritto un accordo individuale. In caso di più richieste all’interno dello stesso servizio, l’Amministrazione darà priorità a coloro in situazione di maggiore disagio, come ad esempio i dipendenti con disabilità, figlio o convivente in condizioni di disabilità grave, etc…..

Restano tuttavia in sospeso altre importanti questioni per le quali abbiamo sollecitato la definizione, nel dettaglio:

  • liquidazione dello straordinario – abbiamo chiesto che vengano date chiare indicazioni ai Coordinatori o Responsabili dei servizi per raccogliere le richieste del personale che intende farsi remunerare fino al 40% del monte orario accantonato in applicazione dell’accordo del 28 novembre scorso, per fare in modo di liquidare il dovuto al più presto;
  • incarichi di funzione e professionali – va dato seguito all’accordo del luglio scorso con la la pubblicazione dei bandi per gli incarichi per le posizioni vacanti, sia dell’ambito amministrativo che sanitario;
  • libera professione – è inaccettabile la superficialità della stragrande maggioranza dei Dirigenti – circa il 70%!! – che non stanno rispondendo alle richieste della DAO comunicando i nomi del personale che deve essere coinvolto così come previsto. Se la situazione non dovesse cambiare  chiederemo la revisione dell’accordo;
  • incentivi per le funzioni tecniche – sono stati accumulati ritardi indecenti, il personale coinvolto attende il dovuto dal 2017, comprendiamo le difficoltà nel ricostruire i lavori svolti con attenzione evitando errori ed omissioni, ma i ritardi accumulati sono diventati inaccettabili. Per questo motivo, come UIL abbiamo inviato una formale diffida a tutela dei nostri iscritti allo scopo di interrompere i tempi di prescrizione.

E’ stato poi deciso di riconoscere il premio una-tantum anche al personale di Cardiologia di Dolo e all’ORL di Mirano che ha lavorato nel 2022 in un contesto trasformato in unità di degenza di area medica. L’Azienda non ha ritenuto di ricomprendere gli Ospedali di Comunità delle varie aree aziendali, contesti che potranno essere coinvolti negli anni successivi.

Una volta completata la fase di integrazione, al personale della Nefrologia/Cardiologia di Dolo sarà assegnata l’indennità di nefrologia/dialisi. Per il personale della Gastroenterologia/Nefrologia di Mestre l’Azienda sta ultimando alcune verifiche e conteggi per evitare omissioni o refusi.

Le graduatorie per i Differenziali Economici di Professionalità (ex – passaggi di fascia) sono in fase di elaborazione.

Al tavolo erano presenti i componenti della Segreteria UIL FPL Francesco Menegazzi e Stefano Boscolo Agsotini, insieme a Giuseppe Puglisi e Luca Favaretto. 

Clicca qui per scaricare il volantino.

ASL3 – 240306 Comunicato UIL 1-2024 part time – lavoro agile

 Like

TAGLIO CUNEO FISCALE 2024

ESONERO CONTRIBUTIVO LAVORATORI DIPENDENTI – LEGGE DI BILANCIO 2024

Informiamo il personale avente diritto che i seguenti esoneri contributivi verranno liquidati dopo le dovute disposizioni da parte dell’INPS, retroattivamente dal 01/01/2024.

✅ Taglio al cuneo fiscale – Sgravio CPDEL art.1 comma 121 L.234/2021.

✅ Bonus Mamme 2024 – Sgravio Contributivo per le lavoratrici madri con rapporto di lavoro a tempo indeterminato con almeno due figli di cui uno di età inferiore ai 10 anni.

✅ Adeguamento seconda mensilità al 80% del Congedo Parentale per le lavoratrici madri aventi i requisiti.


ECCO LE NOSTRE SEDI:

  • Mestre Via Bembo, 2/b  tel. 041.2905-365-367-317
  • Venezia Dorsoduro, 3530 tel. 041.5205937
  • Venezia Giudecca, 432 c/o Circolo Culturale Nardi tel. 041.5236311
  • Cavarzere Via Martiri, 55 tel. 0426.318070
  • Cà Savio c/o Centro Polivalente
  • Chioggia Calle Scopici, 102 tel. 041.5500338
  • Dolo Via Comunetto, 9/b tel. 041.5100558
  • Jesolo Piazzetta Jesolo, 15 tel. 0421.952368
  • Lido di Venezia Via Lepanto, 19f tel. 041.5267300
  • Mirano Via Gramsci, 65/a tel. 041.431504
  • Mogliano Veneto Via Don Bosco, 21 tel. 041.5937335
  • Portogruaro Borgo San Nicolò tel. 0421.71701
  • San Donà Via Jesolo, 19 tel. 0421.51236
  • Spinea Piazza Taormina, 7 tel. 041.5412465 – 041.990478

Per ulteriori informazioni chiamare direttamente il CAF di riferimento


 Like

BONUS MAMME 2024

✅ Per poter usufruire di questo bonus, la lavoratrice madre deve essere dipendente con contratto a tempo indeterminato, sia nel pubblico impiego che nel privato.

✅ Lo sgravio dei contributi previdenziali avverrà automaticamente.

✅ Attraverso lo sgravio dei contributi la busta paga sarà più elevata.

✅ La differenza contributiva verrà coperta direttamente dallo Stato, mentre la pensione futura non subirà modifiche.

✅ Le lavoratrici madri con due figli di cui uno di età inferiore ai 10 anni potranno beneficiare dello sgravio contributivo solo per il 2024.

✅ Le lavoratrici madri con tre o più figli di cui uno di età inferiore ai 18 anni potranno beneficiare dello sgravio contributivo per triennio 2024 – 26.


Clicca qui per scaricare il volantino.

UIL bonus mamme 2024


ECCO LE NOSTRE SEDI:

  • Mestre Via Bembo, 2/b  tel. 041.2905-365-367-317
  • Venezia Dorsoduro, 3530 tel. 041.5205937
  • Venezia Giudecca, 432 c/o Circolo Culturale Nardi tel. 041.5236311
  • Cavarzere Via Martiri, 55 tel. 0426.318070
  • Cà Savio c/o Centro Polivalente
  • Chioggia Calle Scopici, 102 tel. 041.5500338
  • Dolo Via Comunetto, 9/b tel. 041.5100558
  • Jesolo Piazzetta Jesolo, 15 tel. 0421.952368
  • Lido di Venezia Via Lepanto, 19f tel. 041.5267300
  • Mirano Via Gramsci, 65/a tel. 041.431504
  • Mogliano Veneto Via Don Bosco, 21 tel. 041.5937335
  • Portogruaro Borgo San Nicolò tel. 0421.71701
  • San Donà Via Jesolo, 19 tel. 0421.51236
  • Spinea Piazza Taormina, 7 tel. 041.5412465 – 041.990478

Per ulteriori informazioni chiamare direttamente il CAF di riferimento


 Like

BONUS ASILO NIDO 2024

✅ Il bonus asilo nido 2024 consiste in un rimborso delle rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati.

✅ Il valore del bonus varia da 1.500 a 3.600 euro a seconda del valore dell’ISEE e della presenza di specifiche condizioni, come la nascita o l’adozione di un secondo figlio o l’affetto da gravi patologie croniche del minore.

✅ Il bonus è cumulabile con l’assegno unico familiare.

✅ Il genitore che richiede il Bonus asilo nido 2024 deve essere lo stesso che effettua il pagamento della retta mensile.

✅ Per ottenere il bonus, bisogna presentare la domanda online all’INPS o presso le sedi del CAF/Patronato UIL. Per fissare un appuntamento telefona al 📞 0412030331 o utilizza l’App UIL Veneto.


Clicca qui per scaricare il volantino.

UIL bonus asilo nido 2024


ECCO LE NOSTRE SEDI:

  • Mestre Via Bembo, 2/b  tel. 041.2905-365-367-317
  • Venezia Dorsoduro, 3530 tel. 041.5205937
  • Venezia Giudecca, 432 c/o Circolo Culturale Nardi tel. 041.5236311
  • Cavarzere Via Martiri, 55 tel. 0426.318070
  • Cà Savio c/o Centro Polivalente
  • Chioggia Calle Scopici, 102 tel. 041.5500338
  • Dolo Via Comunetto, 9/b tel. 041.5100558
  • Jesolo Piazzetta Jesolo, 15 tel. 0421.952368
  • Lido di Venezia Via Lepanto, 19f tel. 041.5267300
  • Mirano Via Gramsci, 65/a tel. 041.431504
  • Mogliano Veneto Via Don Bosco, 21 tel. 041.5937335
  • Portogruaro Borgo San Nicolò tel. 0421.71701
  • San Donà Via Jesolo, 19 tel. 0421.51236
  • Spinea Piazza Taormina, 7 tel. 041.5412465 – 041.990478

Per ulteriori informazioni chiamare direttamente il CAF di riferimento


 Like

San Donà, 6 febbraio 2024 – Primo incontro dell’anno in ULSS 4 con diversi argomenti oggetto di discussione.

Veniamo inizialmente aggiornati sui prossimi lavori di riqualificazione dell’Ospedale di Jesolo e le conseguenti riorganizzazioni di spazi e attività. Con le risorse del PNRR, stimate in circa 8 milioni di €, sono previsti numerosi interventi presso il nosocomio dove i lavori inizieranno già a marzo. Le palestre della Riabilitazione verranno ricollocate al piano terra (è il terzo trasferimento in pochi anni…) nell’area della ex-colonia, al posto dell’attuale Medicina verrà creato l’Ospedale di Comunità (OdC), in Radiologia verranno creati percorsi diversificati tra pazienti interni ed esterni, verrà attivata la Casa di Comunità dove oggi c’è il Distretto, la Dialisi verrà trasferita presso l’ex magazzino. Anche il Cup verrà temporaneamente trasferito in un container attrezzato per consentire i lavori di adeguamento alle norme antisismiche. I lavori dovrebbero essere ultimati a luglio 2026.

Al proposito abbiamo chiesto i tempi di erogazione degli arretrati degli incentivi per le funzioni tecniche, visto i perduranti ritardi Ci viene risposto che con questa mensilità verrà pagata parte degli arretrati dell’attività svolta nel 2020, l’impegno e quello di chiudere con il pregresso entro la fine dell’estate.

Siamo poi stati aggiornati sull’andamento della riorganizzazione delle attività dell’area chirurgica all’Ospedale di Portogruaro. A distanza di qualche mese insistono numerose criticità, a partire dalla gestione delle dimissioni dei pazienti entro il venerdi sera che se non viene rispettata – come succeso più volte in questi mesi – costringe il personale a rientri in servizio in straordinario nella giornata di sabato. Inoltre la problematica degli appoggi non è stata affrontata in modo strutturale e reparti come l’Ortopedia sono  ormai diventati di supporto; per non parlare del Pronto Soccorso che sta scoppiando perchè non è in grado di smaltire gli accessi e ricoverare i pazienti nei reparti.

L’Azienda, pur consapevole delle difficoltà, non intende tornare indietro rispetto al modello di day-week surgery, esistente praticamente ovunque, che ha garantito un deciso incremento delle prestazioni, anche se ammette che nel merito va fatta una attenta valutazione rispetto all’organizzazione delle attività.

“Siamo piuttosto perplessi rispetto alle risposte ricevute – afferma Francesco Menegazzi Segretario UIL FPL – e abbiamo stigmatizzato anche le modalità di comportamento di alcuni dirigenti che non sempre si sono rapportati in modo “collaborativo”. A fronte delle risposte ricevute quest’oggi, invitiamo tutto il personale a rispettare l’orario programmato nei 5gg, e di segnalarci ogni eventuale richiesta di richiamo in servizio il venerdì notte o il sabato mattina.”

C’è poi stato presentata la nuova mappatura relativa ai contingenti minimi in caso di sciopero, visto che il precedente impianto era datato e non più coerente con la realtà attuale. La proposta prevede tuttavia alcune situazioni non comprensibili, come alcune figure professionali addirittura NON previste alla domenica, e merita ulteriori approfondimenti.

È finalmente la questione del congelamento delle ore straordinarie. Come è noto da novembre scorso, le ore supplementari prestate dal personale sono sparite in quanto non più esposte nel cartellino, e solo qualche “fortunato” ha avuto la possibilità di farsele remunerare. Ci viene spiegato che le ore non sono proprio scomparse, ma sono state “congelate”, e che l’Azienda sta facendo una valutazione per comprendere come poter consentire il recupero o il pagamento.

“Non è accettabile – riprende Menegazziche con un blitz a fine novembre l’Azienda non abbia riportato come dovuto, le ore dal cartellino senza comunicarlo preventivamente. Le ore straordinarie devono essere a disposizione del personale che le ha prestate e che ha diritto di chiedere come poterle utilizzare, pur nei limiti dell’organizzazione del lavoro. Se non verrà consentita la scelta al lavoratore ci riserviamo di avviare ogni iniziativa a tutela del personale.”

La Direzione ci ha risposto che darà indicazioni entro il prossimo incontro previsto per il prossimo 12 marzo.

A margine, abbiamo chiesto i tempi di pubblicazione dei bandi per l’assegnazione degli incarichi che, verosimilmente, saranno espletati nel mese di marzo. Tempi più lunghi invece per stilare le graduatorie ai fini dei DEP, in quanto bisogna ricostruire le anzianità del personale che ha presentato l’autocertificazione nei mesi scorsi.

Presenti al tavolo come UIL FPL anche Oreste Montagner, Susanna VitNazzarena BonaCarla Castelletto e Marco Giacomel.

Clicca qui per scaricare il comunicato.

ASL4 – 240206 Comunicato UIL 1-2024 Jesolo-chir-minimi-straord

 Like

Roma, 26 gennaio 2024 – Dopo un anno di trattativa è stata firmata oggi l’ipotesi di accordo di rinnovo del Ccnl Coop Sociali per il triennio 2023-2025, tanto atteso da oltre 400.000 lavoratrici e lavoratori impiegati nel settore socio sanitario assistenziale ed educativo.

“Un contratto importante con parecchie novità – afferma Pietro Bardoscia della Segreteria Nazionale UIL FPL – l’aumento sul tabellare per un C1 è di 120€ in 3 tranche, 60€ a febbraio 2024, 30€ a ottobre 2024 e 30€ a ottobre 2025. Viene introdotta la 14esima mensilità nella misura del 50% della retribuzione tabellare che inizierà a maturare da gennaio 2025″.

Viene previsto inoltre un aumento della quota relativa all’assistenza sanitaria integrativa da 5 a 10€/mese, l’integrazione del trattamento di maternità obbligatoria al 100% e l’introduzione dei tempi di vestizione e svestizione pari a 15′ riconosciuti nell’orario di lavoro. Viene superato l’articolo sull’obbligo di residenza in struttura e introduzione della reperibilità con vincolo di permanenza in struttura, con il riconoscimento di una corresponsione economica. Infine, una prima importante risposta in merito al percorso di riqualificazione degli educatori al D2 e l’istituzione di una commissione paritetica per la revisione dei profili professionali e la riclassificazione del personale.

Va sottolineato ancheil rafforzamanto delle relazioni sindacali anche a livello territoriale per stabilizzare l’occupazione. A tal proposito è previsto l’incremento al 25% legato alla clausola di stabilizzazione per il personale a tempo determinato.

Nei prossimi 30 giorni la parola passa alle lavoratrici e ai lavoratori nelle assemblee di consultazione che svolgeremo su tutti i territori.

Clicca qui per scaricare il testo del nuovo CCNL.
Clicca qui per scaricare il volantino unitario.
Clicca qui per scaricare il comunicato unitario.

(fonte UIL FPL Nazionale)

CGILCISLUIL voantino CCNL coop 2024

 Like

Venezia, 22 gennaio 2024 – Riportiamo integralmente dal sito della UIL Veneto le dichiarazioni del Segretario Generale Roberto Toigo sulla decisione di far coincidere l’avvio del Carnevale di Venezia con l’anniversario della Shoah.

Provo un certo disagio nel pensare che, quest’anno, l’inizio ufficiale del Carnevale di Venezia coinciderà con il Giorno della Memoria, una ricorrenza internazionale che si celebra ogni anno per commemorare le vittime dell’Olocausto. Tra i popoli interessati dalla pulizia etnica ricordiamo in particolare gli ebrei, vittime dell’ondata di odio e di antisemitismo promossa dalla Germania nazista con i suoi alleati. Come si fa quindi sabato prossimo, 27 gennaio, ricordare nel vecchio ghetto di Venezia un momento così doloroso che lascia ancora ferite aperte come se continuassero a sanguinare oggi e, contemporaneamente, in piazza a San Marco, nei campi e campielli, lungo le calli, in laguna dare avvio alla festa per eccellenza, il Carnevale di Venezia, in cui “licet insanire” cioè è “lecito impazzire” travestendoci, cantando e urlando, mangiando e bevendo senza freni?

Prima della persecuzione nazifascista vivevano a Venezia circa 2000 ebrei; dopo la guerra solamente 8 ebrei fecero ritorno nella propria casa in laguna. Com’è possibile non aver fatto un’opportuna riflessione sulla coincidenza del giorno di inizio ufficiale del Carnevale con il Giorno della Memoria? Ripeto, questa coincidenza nella data mi mette a disagio e mi sconcerta. Il 27 gennaio dovrebbe essere considerato un giorno di riflessione, di silenzio, di rispetto. Non un giorno in cui ridere e scherzare e far festa mangiando galani e frittelle e bevendo vino, anche se buono. Mi spiace ma trovo questa scelta inopportuna, che non ha tenuto conto della delicatezza della data. In quel giorno ci saranno tante persone, molte anche a Venezia, che ricorderanno una pagina vergognosa della storia. Una storia che non appartiene solo a chi l’ha vissuta e purtroppo subita, ma che deve appartenere a tutti perché è importante non dimenticare che l’uomo in quella occasione si è trasformato in una delle peggiori bestie che possano esistere. Bisogna ricordare perché una tale sconfitta dell’umanità non si ripeta e per far questo è importante che tutti noi insieme diamo l’esempio anche nell’evitare coincidenze inaccettabili che non fanno parte di una società civile e giusta”.

Roberto Toigo, segretario generale Uil Veneto (fonte sito Uil Veneto)

 Like

Mestre, 17 gennaio 2024 – Cominciano nel migliore dei modi gli incontri con Fondazione Venezia nel 2024. Nell’incontro odierno, rinviato più volte da settembre, siamo riusciti a chiudere l’accordo che riconosce un premio una-tantum di circa 110€ per il 2023 gli Operatori Socio Sanitari che prestano servizio nel SAD.

“E’ un primo obiettivo minimo – afferma Morena Serra Dirigente Sindacale della UIL FPL in Fondazione – che finalmente riconosce gli sforzi fatti in tutti questi anni dal personale che lavora nel territorio, ma che dobbiamo rendere stabile e incrementare in analogia con il superminimo che percepisce il personale delle Residenze (40€ ndr). Riteniamo coerente e serio definire una quota unica per tutti gli Operatori a prescindere dalla sede di lavoro. Siamo molto soddisfatti, perchè erano anni che solo noi come UIL spingevamo per ottenere tale risultato”.

Abbiamo già concordato una data per un prossimo incontro per definire un percorso per un riconoscimento stabile anche per il futuro.

“Ricordiamo che le iniziali proposte di Fondazione – prosegue la sindacalista – erano molto diverse e prevedevano una penalizzazione legata sia al numero di assenze, sia al numero di eventi di assenza nel corso dell’anno, che abbiamo immediatamente rigettato.”

Nel corso dell’incontro c’è stato presentato il bilancio 2024 che, com’è noto è ancora in negativo, ma è previsto un piano di rientro che dovrebbe concludersi nel 2027. Nel corso dell’anno è previsto il rinnovo del parco auto per il SAD con un notevole incremento delle spese.

Abbiamo poi discusso della turnistica delle Residenze, in particolar modo del Turazza, ad esito della sperimentazione del nuovo modello orario. Nel ribadire ancora una volta con fermezza, che non è una scelta del Sindacato quella di modificare la matrice del turno e della UIL in particolare, ma è scelta della Direzione anche sulla base delle richieste della raccolta di firme presentata dal personale lo scorso anno, abbiamo comunque deciso di confrontarci in un incontro specifico per valutare eventuali criticità e trovare nuove soluzioni. Respingiamo al mittente le recenti accuse mosse da altre Organizzazioni Sindacali attraverso fantasiosi volantini diffamatori.

Siamo poi stati informati che a breve verrà rivisto il protocollo per la somministrazione dei farmaci agli ospiti della Comunità per malati psichiatrici del Giubileo di Venezia, che era contradditorio e non garantiva il rispetto delle competenze tra operatori e infermieri, acnhe a fronte dei rilievi che lo stesso Ordine degli Infermieri aveva sollevato.

Infine, abbiamo proposto che venga disciplinato il regolamento per l’istituzione del ruolo di coordinamento all’interno delle strutture residenziali e delle comunità. A breve faremo una specifica proposta al riguardo.

Nella pagina dedicata del nostro sito – che potete visitare cliccando qui – troverete ogni altra informazione utile.

Ecco il testo dell’accordo che potete scaricare cliccando qui.

FONDVE – 240117 Accordo premialita SAD

 Like

Mestre, 19 dicembre 2023 – Importante confronto con l’Azienda ULSS3, nella quale è stato sottoscritto l’accordo sui Differenziali Economici di Professionalità, le ex-fasce, e la distribuzione delle risorse economiche per la Libera Professione di Collaborazione.

Nel dettaglio:

Differenziali Economici di Professionalità – l’accordo prevede che nella formulazione delle graduatorie, il peso della valutazione resti del 60%calcolato sulle ultime tre valutazioni maturate in Azienda. Il restante 40% verrà calcolato sulla base dell’esperienza professionale così determinata:

  • – 0,25 pt/anno per l’anzianità di servizio complessiva per un massimo di 10 punti.
  • – 6 pt/anno di permanenza nella ex-fascia economica in godimento per un massimo  di 30 punti.

Il meccanismo e sistema di punteggio, consente di garantire un’equa rotazione del personale evitando che venga privilegiata SOLO l’anzianità complessiva.

Abbiamo smorzato la proposta dell’Azienda che sarebbe risultata ancor più penalizzante per coloro nelle fasce più basse, ovvero per i più giovani, garantendo comunque la stessa percentuale di passaggi tra le aree, con un meccanismo analogo a quello in vigore da anni in Azienda che era ben rodato e compreso dal personale.

“Non è stato semplice chiudere questa partita – dichiara Stefano Boscolo Agostini a nome della Segreteria UIL FPL – perché le proposte iniziali dell’Azienda erano sostanzialmente diverse e prevedevano una sproporzione troppo alta nel punteggio da assegnare all’anzianità complessiva e di fascia. Abbiamo rinviato ai prossimi anni la definizione di criteri correlati alle capacità culturali e professionali, nel momento in cui l’Azienda definirà tipologie di percorsi formativi e garantirà le stesse opportunità a tutto il personale. Sottolineo che siamo arrivati alla firma sul filo di lana, perché era necessario chiudere entro l’anno”.

Per tale istituto sono a disposizione 1.500.000€ che garantiranno il passaggio a circa 1200-1300 Lavoratori. Ricordiamo che il costo medio del DEP è superiore a quello delle vecchie Progressioni Orizzontali.

Libera Professione di Collaborazione – viene integrato l’accordo già sottoscritto a fine 2022 – che potete trovare cliccando qui – che prevede una forbice di 1 a 5 tra il personale coinvolto e introduce il meccanismo di rotazione per il personale negli anni. È stato ribadito come l’attività sia svolta con l’adesione volontaria e il personale con rapporto di lavoro part-time concorre alla distribuzione delle ore in proporzione all’orario. Viene confermato che non sarà possibile usufruire di tale istituto per i beneficiari di permessi orari nella stessa giornata.

A margine l’Azienda ci ha comunicato che prevede di estendere il modello orario delle 12 ore per i Lavoratori che prestano servizio sul territorio lagunare. Una soluzione finalizzata a migliorare la qualità di vita del personale, tenendo conto delle peculiarità del territorio veneziano e dei tempi di percorrenza per raggiungere il luogo di lavoro. L’opzione delle 12 ore verrà proposta in via sperimentale nelle UU.OO. con un’articolazione oraria estesa alle 24 ore e con un impatto assistenziale di livello medio – basso a condizione che sia richiesta dalla maggioranza del personale.

Al tavolo oltre a Stefano Boscolo Agostini, anche Francesco Menegazzi, Giuseppe Puglisi, Luca Favaretto oltre a Igor Penzo collegato da remoto.

Vi ricordiamo che in queste settimane sono in distribuzione i gadget di fine anno, mentre la tessera di iscrizione vi verrà consegnata successivamente. Cogliamo l’occasione per porgere i nostri migliori auguri di Buone Feste, e soprattutto di un Buon Anno.

Clicca qui per scaricare il comunicato.

ASL3-Comunicato-UIL 12-2023 Dep-Libera

 Like

San Donà, 1° dicembre 2023 – Dopo mesi di confronto finalmente abbiamo raggiunto un accordo. Nel corso della trattativa odierna abbiamo firmato l’intesa sul tema degli Incarichi e sui Differenziali Economici Professionali (ex fasce).

Ecco in sintesi le principali caratteristiche:

INCARICHI – dopo  l’intesa firmata l’11 luglio scorso nella quale era stato licenziato il regolamento per l’individuazione e l’attribuzione degli incarichi di posizione, degli incarichi di funzione organizzativa e professionale, con l’accordo di oggi é stato definito il meccanismo delle pesature, che vanno dai 4000€ fino ai 13500€ per gli incarichi di media ed elevata complessità.

C’è stata illustrata anche una prima ipotesi per l’assegnazione degli incarichi di funzione professionali. Va sottolineato che la definizione della pesatura è materia di confronto, ma resta un onere e responsabilità dell’Azienda che ne definisce l’istituzione e la graduazione.

Ci auguriamo che quanto prima si proceda alla copertura delle posizioni vacanti quanto riguarda gli incarichi di organizzazione di coordinamento, così come si proceda celermente con l’avvio dei bandi per la copertura degli incarichi professionali.

DEP – rispedita al mittente la proposta di innalzare al 70%, il peso della valutazione che quindi resta confermato a 60%, calcolata sulle ultime tre valutazioni maturate in Azienda. Il  restante 40% verrà calcolato sulla base dell’esperienza professionale così determinata:

  • 0,15 pt/anno per l’anzianità di servizio complessiva per un massimo di 6 punti.
  • 6 pt/anno di permanenza nella ex-fascia economica in godimento per un massimo  di 36 punti.
  • per il personale fermo nella stessa fascia da più di 7 anni verrà attribuito un punteggio aggiuntivo 1 pt/anno fino al raggiungimento di un max. 40 punti.

Tale meccanismo e sistema di punteggio, consente di garantire un’equa rotazione del personale evitando che venga privilegiata SOLO l’anzianità complessiva.

Inoltre, viene garantita la stessa percentuale di passaggi tra le aree, con il meccanismo dello scorso anno 2022, evitando le pesanti sperequazioni tra i ruoli come successe negli anni precedenti, nei quali non firmammo mai alcun accordo.

Infine, abbiamo impegnato formalmente l’azienda a destinare eventuali ulteriori risorse stabili che dovessero residuare, per far scorrere le graduatorie. Gli arretrati per gli aventi diritto verranno calcolati a partire dal 1 gennaio 2023.

“Siamo riusciti a chiudere dopo mesi di discussione, le due più importanti questioni legate alle novità apportate dall’ultimo contratto – riferisce Stefano Boscolo a nome della Segreteria UIL FPL – ma purtroppo dobbiamo constatare che non tutta la parte sindacale lo ha voluto sottoscrivere, con motivazioni pretestuose e demagogiche. Le risorse per i Dep sono scarse, ma in linea con quelle assegnate negli anni scorsi ed è falso affermare che si sarebbero potuti utilizzare i fondi assegnati agli incarichi, perché erano risorse vincolate a quell’utilizzo. Ci sembra invece che la posizione delle OOSS non firmatarie era assolutamente pregiudiziale e non vi era alcuna volontà di trovare una soluzione nell’interesse dei Lavoratori. “

Presenti al tavolo come UIL FPL anche, Oreste Montagner, Giovanna Zorzetto, Nazzarena Bona, Carla CastellettoFrancesco Rapuano.

ASL4021223Comunicato10

 Like