UIL FPL VENEZIA

NOTIZIE COMUNE DI VENEZIA

Venezia, 10 maggio 2022 – “Come Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl abbiamo sospeso lo stato di agitazione del personale dei nidi e delle scuole dell’infanzia comunali in considerazione della disponibilità dell’Amministrazione a discutere, in tre tavoli di trattativa, la delibera che prevede la possibilità che i nidi vengano privatizzati” dichiarano Daniele Giordano (Cgil) Armando Genovese (Cisl) Mario Ragno (Uil).

A questo scopo sono state già fissate tre date per i prossimi 19 maggio, 25 maggio e il 30 maggio in cui verrà affrontato il tema delle scuole e il loro futuro.

Come organizzazioni sindacali abbiamo sempre detto che eravamo disponibili a discutere e lo dimostra quanto avvenuto oggi, dove senza pregiudiziali abbiamo affrontato il tavolo in Prefettura nel solo interesse di salvaguardare le scuole comunali.

Come organizzazioni sindacali ci siederemo per trovare le soluzioni, convinti che si possa continuare a garantire un servizio di altissima qualità nelle scuole comunali e che il percorso di privatizzazione non sia nell’interesse delle famiglie e dei bambini.

Come più volte abbiamo detto servono investimenti chiari in questo settore, anche per fare nuova progettazione e per offrire maggiori servizi alle famiglie sia sul versante del personale comunale che di quello Ames.

È del tutto evidente che abbiamo proposto un tempo molto ristretto di trattativa perché entro il 1 di giugno vanno date certezze alle lavoratrici e alle famiglie su cosa le attende il prossimo anno scolastico.
Non ci interessa in questo momento fare polemiche con la Giunta o rispondere alle accuse lette sui giornali, ma solo ribadire che noi vogliamo un accordo di salvaguardia delle scuole e del personale e lavoreremo per questo dato che l’alternativa non potrà che essere uno scontro duro e generale.

Da parte nostra – concludono i sindacalisti – lavoriamo con la massima responsabilità e con la massima attenzione perchè la scuola comunale è un patrimonio inestimabile che va tutelato in tutti i modi.

Mestre, 7 maggio 2022 – Si è svolta questa mattina in Piazza Ferretto a Mestre, l’assemblea organizzata dai sindacati di categoria di Uil, Cgil e Cisl per protestare contro la privatizzazione di alcuni asili nido del Comune, secondo atto delle iniziative messe in campo  dai sindacati di categoria.

L’assemblea pubblica, aperta a tutta la popolazione, è stata molto partecipata da Cittadini e Lavoratori, ed ha visto gli interventi, oltre che dei sindacalisti delle diverse sigle, anche dell’ex-assessora Annamaria Miraglia, che ha fatto un excursus sulla sua esperienza di più di 10 anni fa, dove sono sempre stati difesi questi servizi, fiore all’occhiello del Comune, dal Consigliere Comunale del PD Avv. Monica Sambo, e da alcuni genitori.

Molto accorato l’intervento di Roberta Berton, Delegata UIL FPL ed Educatrice presso il Nido Sole del Lido di Venezia, che ha emozionato la platea.

“La scelta è esclusivamente politica e dettata solamente da motivazioni economiche – esordisce Roberta Bertonaltro che fornire un servizio maggiormente di qualità attraverso l’inglese o l’istruzione digitale. Siamo tutti capaci di insegnare Jingle Bells o Happy Birthday ai bambini, ed è assolutamente antieducativo mettere in mano ad un bambino di 2-3 anni, un tablet! E’ vergognoso che proprio in queste settimane – prosegue la delegata – vengano sistemate tutte le magagne che esistono nei nidi, che aggiustino le maniglie rotte, sistemati i pavimenti, e quant’altro solamente perchè deve essere appaltato un servizio con le strutture a norma.”

Ancora più preoccupante la situazione del personale di Ames.

“Da anni ad agosto resteremo senza stipendio e quest’anno il rischio è di restare senza lavoro – afferma Greta Fontana Collaboratrice della Segreteria UIL FPL – questa giunta sta tagliando posti di lavoro e vuole mandare a casa il personale, che difficilmente potrà essere ricollocato sul mercato del lavoro. E’ indiscutibile la professionalità dei cuochi di Ames, che propongono menù particolari per i bambini provenienti da diverse culture. Questa Amministrazione rifiuta il confronto perchè non ha alcuna argomentazione tecnica e scientifica che possa sostenere tale scelta.”

Infine l’intervento di Lorena Carraro, educatrice e rappresentante Uil Fpl che ha proposto a tutte le educatrici nei vari asili di fare attività analoghe a quelle previste nel capitolato d’appalto, attraverso immagini trasmesse con videoproiettori, senza l’assurdo utilizzo di tablet e strumentazione informatica, oltre che avviare ulteriori progetti di inserimento della lingua inglese, con l’utilizzo di risorse interne. I risultati, ne siamo sicuri, sarebbero migliori.

La protesta PROSEGUE e non finisce qui.

Clicca qui per vedere il video della giornata di protesta.

A breve le immagini della manifestazione sulla nostra pagina dedicata https://www.uilfplvenezia.it/photogallery/.

Mestre, 12 aprile 2022 – Grande partecipazione oggi al Parco di San Giuliano per protestare contro la delibera che prevede l’esternalizzazione dei Nidi comunali che il Comune di Venezia sta avviando a macchia di leopardo nel territorio.

Oltre 250 dipendenti, ma anche un gruppo di genitori, erano presenti per capire quale sia la ratio che spinge l’Amministrazione Comunale a svendere un servizio di qualità, riconosciuto tra i migliori d’Italia.

Sul palco improvvisato si sono alternati i Segretari di UIL, CGIL e CISL che hanno fortemente attaccato quest’Amministrazione che sta mettendo davanti il profitto economico alla qualità dei servizi.

“Un’idea scellerata e pericolosa – esordisce Mario Ragno Segretario Regionale UIL FPL Venetoche mette a rischio anche posti di lavoro. In 4 anni non è stato fatto alcun investimento per i Servizi Educativi, da sempre il fiore all’occhiello delle precedenti Amministrazioni, riducendo, accorpando e mai investendo.”

Poi l’intervento dei delegati e del personale.

“Allucinante come si venda fumo ai cittadini, la privatizzazione del Millecolori di qualche mese fa è stata un flop gigantesco – incalza Roberta Berton Delegata UIL FPL e neo eletta in RSU – futuristici progetti di informatica o lingue che si sono rilevati poco fondati, tant’è che si continuano a fare le normali attività che si svolgono in ogni nido comunale” 

Infine è stata la volta della Rappresentante del Personale di AMES.

“Vivo questa situazione con moltissima preoccupazione – afferma Greta Fontana Collaboratore di Segreteria UIL FPL Venezia –  per le mie colleghe di AMES il reale rischio è di rimanere senza lavoro! E’ una scelta inconcepibile e scellerata, che evidenzia la poca sensibilità che quest’Amministrazione ha nei confronti di coloro che hanno supportato i servizi da anni e con professionalità. Sottolineo, per coloro che non lo sapessero, che ai dipendenti di AMES non viene pagata la mensilità di agosto, essendo quel mese i nidi chiusi”.

Dopo gli interventi dei delegati, il corteo improvvisato si è spostato presso la sede dei Servizi Educativi, proprio presso l’Ufficio della Dirigente, Ing Grandese, la quale, nonostante le richieste, ha deciso di NON presentarsi per confrontarsi con i Lavoratori.

La lotta continua e a breve verranno avviate tutte le iniziative conseguenti, iniziando dall’avvio dello stato di agitazione che costringerà il Comune di Venezia a costituirsi presso la Prefettura. Ipotizzabile fin d’ora, un nuovo sciopero generale dei Servizi Educativi.

Clicca qui per vedere l’intervento di Roberta Berton Delegata UIL FPL Comune di Venezia.

Clicca qui per vedere l’intervento di Greta Fontana, Collaboratore della Segreteria UIL FPL Venezia.

 

Mestre, 28 febbraio 2022 – È morto Maurizio Calligaro. Si è spento per un malore improvviso, a 67 anni. Calligaro è stato per decenni uno dei dirigenti più laboriosi e noti della pubblica amministrazione veneziana, un punto di riferimento, per competenza e passione per l’impegno sociale, ovunque abbia operato.

Nato il 5 dicembre del 1954, veneziano, Maurizio Calligaro si laurea in Urbanistica allo Iuav. Nell’85 entra in consiglio di quartiere di Cannaregio, nell’88 ne diventa presidente e nel ’90 viene eletto consigliere comunale. Dall’88 al ’94 lavora in Regione come segretario del gruppo dei Verdi. Nel ’94 diventa capo di gabinetto del sindaco Massimo Cacciari, fino al 2000. Con l’elezione di Paolo Costa entra in Amav, dove rimane fino al 2005 rivestendo anche l’incarico di direttore generale, tornando in Comune a fianco di Cacciari, rieletto per la terza volta. Terminata quella esperienza torna a Veritas, occupandosi prima di gestione dei rifiuti e negli ultimi anni dell’acqua, come Direttore della Direzione Qualità Ambiente Patrimonio Servizi.

(fonte Gente Veneta)

Il ricordo del Segretario Regionale UIL FPL Veneto Mario Ragno.

“Maurizio Calligaro era innanzitutto una “bella persona” e per tutti noi che lo abbiamo ben conosciuto, prima che Capo Gabinetto e Direttore Generale era ed è il mitico Caigo. L’ho visto per la prima volta nel 1973 allo Zuccante, io in prima e lui in quinta, leader carismatico di Lotta Continua e da quella esperienza siamo cresciuti con un unico credo: mettersi a disposizione degli altri. Siamo cresciuti e maturati, anche se per lui ero sempre Marietto, lui in politica io nel sindacato. Ci siamo incrociati tante volte, anche con ruoli opposti, ma sempre con grande stima reciproca. Mancherà a Venezia, mancherà anche a me… Grazie per quello che sei stato, una guida, un esempio…  ciao Maurizio”

Questa mattina è stato firmato il contratto decentrato parte economica (2021-2025) oggetto della preintesa del 30 luglio. Come avrete già visto in questi mesi i punti salienti d’accordo sottoscritto riguardano la produttività media pro-capite garantita all’incirca nelle stesse cifre fino al 2025 e le progressioni orizzontali. Per queste abbiamo chiesto e ottenuto che per chi arriva in mobilità da altro ente per partecipare alla progressione dovrà avere almeno una valutazione nel Comune di Venezia.

Le progressioni avranno decorrenza dal primo ottobre per l’anno 2021. Il “bando ” di partecipazione uscirà tra qualche giorno e si risponderà in via telematica su Altana.

Il tavolo è poi proseguito con la discussione dei progetti specifici per le direzioni e i servizi che li prevedono.

Riteniamo di aver raggiunto un buon risultato, coerente con quanto già definito nella preintesa di luglio che da concrete risposte ai Lavoratori del Comune. Per qualsiasi chiarimento la UIL è sempre a vostra disposizione.

Di seguito la tabella con gli importi.

 

La UIL FPL Venezia organizza un corso in preparazione al concorso – per titoli ed esami – per 28 posti nel profilo professionale di Istruttore Amministrativo C1, bandito dal Comune di Venezia di cui 8 posti riservati agli interni e 2 posti riservati ai disabili.

La partecipazione è aperta a tutti, con priorità per gli iscritti alla UIL FPL. Clicca qui per scaricare il volantino.

Volantino corso C1


 

CONTRATTO DECENTRATO COMUNE DI VENEZIA IMPORTANTI AUMENTI SALARIALI AI LAVORATORI

Lo scorso 30 luglio, dopo ore interminabili di trattativa, è stata sottoscritta la preintesa con l’Amministrazione per il contratto decentrato dei dipendenti del Comune di Venezia per il periodo 2021-2025. E’ un’intesa storica che, per la prima volta a livello nazionale, varrà per l’intera durata del mandato della Giunta, ovvero fino al 2025 e garantirà al personale il livello dell’attuale produttività e avanzamenti di
carriera.

Siamo stremati ma felici – afferma Mario Ragno Segretario Uil Fpl Veneto – le nostre rivendicazioni erano legittime e garantivano equità a tutto il personale. Finalmente  da ottobre 2021, si procederà ad un percorso che in 3 anni produrrà un avanzamento di carriera per il personale che, nella stragrande maggioranza, è fermo da 10 o 15 anni nella stessa posizione economica. Verranno utilizzati dal fondo circa 2 milioni di Euro in 5 anni, la produttività resta inalterata per le categorie più basse, avrà una riduzione di 100 € per la categoria C dal secondo anno, di 200 € il secondo anno e 250 € il terzo anno per la categoria D, ma tale riduzione sarà compensata dalle nuove posizioni economiche che partiranno da almeno 528 euro.  Dal prossimo mese di ottobre verrà avviato quindi il percorso delle progressioni orizzontali e per il quarto e quinto anno la possibilità di un secondo avanzamento ad una parte di lavoratori.”

Non si placano tuttavia le polemiche sul comportamento dell’Amministrazione Comunale.

“Contrariamente a quanto si legge in una nota testata giornalistica – interviene Gianpiero Bulla Coordinatore RSU – abbiamo disarmato l’Amministrazione che intendeva consentire solo ad alcuni di fruire di tale istituto. È notorio, essendo le progressioni legate alla valutazione, che il sistema valutativo dell’Ente è stato il più criticato e oggetto di centinaia di ricorsi. Con questo pre-accordo, che dovrà essere sancito dal referendum dei lavoratori, abbiamo annullato questa discrezionalità e di fatto nei primi 3 anni fruiranno della progressione più del 90% dei dipendenti. Quest’accordo – prosegue Bulla –  premia più che la meritocrazia il mancato riconoscimento del lavoro svolto anche in periodo pandemico di tutti i miei colleghi. Sono dispiaciuto che una testata giornalistica storica e un professionista si “adeguano” a fonte informativa collaterale.” 

La preintesa sarà presentata nelle assemblee in programma a settembre nei posti di lavoro e sottoposta al voto dei Lavoratori.

In allegato:

Clicca qui per scaricare l’accordo.

Clicca qui per scaricare il volantino.

CCDI Comune Venezia

Si è svolto il 24 giugno L’incontro in Prefettura per fare l’ultimo tentativo per risolvere la vertenza legata alla proposta di privatizzazione dell’Asilo Millecolori di Mestre.

Abbiamo registrato l’ennesima chiusura da parte dell’Assessore alle Politiche Educative Laura Besio che conferma l’intenzione di procedere da parte del Comune.

Una decisione che riteniamo poco rispettosa dei cittadini e assolutamente illogica, che rischia di pregiudicare la tenuta sociale della comunità educativa. Abbiamo rinnovato la richiesta all’Amministrazione di sospendere l’applicazione della delibera e di aprire un confronto serrato per rispondere come pubblica amministrazione ai bisogni delle famiglie allo scopo di  ricomporre questa frattura e trovare le adeguate soluzioni per continuare a dimostrare come i servizi comunali siano di una qualità indiscussa.

Le gravi scelte dell’Amministrazione Comunale determineranno la costante opposizione del personale alla gestione di questi servizi.

E’ stata lanciata una petizione on-line che potete firmare cliccando http://chng.it/zZcrXjRVYZ

NON CI FERMIAMO!!!

Clicca qui per scaricare il comunicato unitario.

Clicca qui per visitare la nostra pagina facebook.

Venezia – 210624 – comunicato incontro prefettura MILLECOLORI

 

👉🔵Servizi educativi Comune di Venezia. Interviene anche il Segretario Nazionale UIL FPL Librandi: massima solidarietà a famiglie, bambini ed insegnanti per la privatizzazione del Nido Millecolori di Venezia 🔵👈
 
“Dopo presidi, proteste e manifestazioni, nell’ultimo colloquio intercorso con l’Assessore Besio, viene confermata la volontà di privatizzare un pezzo di storia dei servizi educativi pubblici di Venezia, l’asilo nido comunale “Millecolori”.Una perdita per tutta la comunità, per le famiglie e i bambini in primis” cosi’ Michelangelo Librandi Segretario Generale della Uil-Fpl.
 
“La scelta di privatizzare un centro educativo di qualità, che negli anni ha generato fiducia, conoscenza e rispetto e che ha contribuito a far crescere generazioni di bambini più colti, più integrati e più consapevoli è sbagliata e priva di qualsiasi possibilità di giustificazione – continua Librandi – se da una parte si cerca di giustificare la privatizzazione in nome di presunti vantaggi, quali un orario più flessibile ed elementi di innovazione digitale, dall’altra nessuno spiega gli svantaggi sia numerici che qualitativi che tale scelta comporta sotto il profilo socio-educativo-pedagogico – afferma Librandi, che prosegue – aumenta il rapporto numerico tra bambini ed insegnanti, nessuna indicazione sul numero del personale ausiliario, contratti di lavoro con il 20% in meno di retribuzione orari aggiuntivi, nessun vincolo pedagogico e nessun confronto con le altre scuole, nessun riferimento agli standard di personale aggiuntivo per ogni bambino con bisogni educativi speciali: meno personale, meno vincoli, meno qualità educativa per bambini e famiglie”.
 
“Non arretreremo neanche di un centimetro: la UIL-FPL continuerà, insieme alle altre organizzazioni sindacali, a battersi affinché venga garantita una scuola pubblica di qualità per tutti e per scongiurare questa scelta che potrebbe pregiudicare il futuro educativo di centinaia di bambini”.
 
Grazie Segretario!

Con Delibera 141 di qualche giorno fa, la Giunta Comunale di Venezia ha deciso di avviare l’esternalizzazione dell’Asilo Nido Comunale Millecolori ed ha pubblicato un bando per assegnare a terzi la gestione della scuola.

Una scelta inconcepibile per la UIL FPL che, unitamente a FP CGIL ha immediatamente contestato la scelta, avviando una serie di proteste su tutto il territorio e che ha immediatamente avuto la solidarietà di tutti gli altri asili comunali.

           

 

#iostoconilmillecolori    #noallaprivatizzazionedelmillecolori

Di seguito il comunicato stampa dell’RSU del 4.6.2021.

C O M U N I C A T O S T A M P A MILLECOLORI

Venezia – 210604 – esternalizzazione millecolori unitario

Clicca qui per scaricare l’articolo del Corriere del Veneto del 2.6.2021.
Clicca qui per scaricare l’articolo del Gazzettino del 2.6.2021.
Clicca qui per scaricare l’articolo della Nuova Venezia del 2.6.2021.