Maggio 2019

Nuova giornata di trattative con la Direzione dell’ULSS 3 nel consueto incontro mensile.

In sintesi i punti salienti dell’incontro che troverete anche nel consueto comunicato redatto dalla Segreteria Aziendale Uil Fpl Ulss 3 Serenissima.

“Finalmente sembra che sia risolta la questione delle graduatorie ricontrollate e che saranno pubblicate a breve, conseguentemente dovrebbe essere inserita nella busta paga di giugno la quota economica e gli arretrati  ai dipendenti che aspettano il passaggio di fascia (progressione orizzontale ndr) del 2018 – riferisce Roberto Crivellaro Segretario Aziendale UIL FPLinfatti saranno distribuiti circa 1.200.000 euro, che non saranno sufficienti a garantire il passaggio di fascia a tutti i lavoratori. Per questo – continua Crivellaro – abbiamo ribadito, all’amministrazione, che dovranno essere sbloccate tutte le risorse economiche utili a garantire più passaggi possibili ai lavoratori di tutta l’Ulss 3 Serenissima.

È stato firmato anche l’accordo, parte giuridica, per la Produttività del 2018 – dice Monica Catullo della Segreteria Provinciale UIL FPL e componente della RSU – mantenendo le regole valide per il 2017 definendo la parte economica e l’eventuale destinazione di residui nella prossima trattativa, che permetterà l’erogazione del saldo produttività ai lavoratori per l’autunno. Rimane il fatto – aggiunge Catullo – che per le novità apportate dal CCNL 2016/2018 dovremo avviare una ulteriore trattativa con l’Azienda per definire nuovo accordo e regolamento per adeguarci alle norme firmate a Roma.

Per quanto riguarda l’argomento BUONI PASTO è stato ribadito che la situazione creatasi con la nuova acquisizione dettata dalla offerta obbligatoria CONSIP sta negando il diritto al pasto ai lavoratori, diritto sancito dal contratto nazionale. Infatti – esclama Luca Favaretto componente UIL FPL della RSUoltre ad esserci la mancanza di un regolamento adeguato alle novità definite nel CCNL 2016/2018, dobbiamo contenere le proteste dei lavoratori che hanno diritto al buono pasto perché i nuovi buoni pasto non vengono accettati da moltissime attività commerciali sul territorio dell’Ulss 3 Serenissima. Abbiamo chiesto che l’ufficio del Provveditorato si faccia carico di risolvere al più presto la questione anche attraverso una differente offerta CONSIP.

Nel frattempo invitiamo i lavoratori, attraverso la mail acquisti@aulss3.veneto.it a segnalare le attività commerciali che non accettano i buoni pasto.

Abbiamo infine discusso di mobilità tra distretti perché la graduatoria è in scadenza. Dopo averci fornito l’andamento degli spostamenti gestiti l’Azienda, ha riferito che in autunno sarà attivato un nuovo avviso.

Presenti per la UIL FPL oltre al Segretario Aziendale Roberto Crivellaro, e i componenti UIL FPL in RSU Giuseppe Puglisi, Monica CatulloMarco Giovanni Scianna e Luca Favaretto .

Per scaricare il comunicato clicca qui

Comunicato UIL 4-2019 ULSS3.

Si sono svolte questa mattina le assemblee con il personale in contemporanea in tutta la Regione promosse dalla UIL FPL unitamente a CGIL FP e alle rappresentanze della Dirigenza Medica e SPTA. Grande assente, non a caso la CISL che ha preferito defilarsi dall’iniziativa.

“Una grande partecipazione nel territorio delľULSS 3 Serenissima – dichiara Francesco Menegazzi della Segreteria Provinciale – finalmente una importante presa di posizione UNITARIA e non corporativa contro la politica della Regione di tagli e di riduzione degli organici di tutte le professionalità. È assurdo infatti – prosegue il sindacalista – che per sostituire il personale cessato si debba ricorrere al perverso meccanismo della CRITE che obbliga le Aziende a prostrarsi in a Regione per ottenere la sostituzione. È un sistema che è stato messo in piedi solo per generare risparmio”.

“L’iniziativa che abbiamo avviato – gli fa eco Mario Ragno Segretario Generale UIL FPL – non ha precedenti e ci auguriamo che sia funzionale ad un radicale cambio di rotta nella politica delle assunzioni da parte della Regione”.

“Il nostro territorio – aggiunge Monica Catullo della Segreteria Aziendale – risulta particolarmente penalizzato anche dalla proposta prevista nelle nuove schede ospedaliere, soprattutto nell’area di Dolo e Mirano”.

“Ci auguriamo – prosegue Roberto Crivellaro della Segreteria Aziendale – che sia solo l’inizio di una nuova stagione per rivendicare il percorso ci ha visti impegnati già dall’anno scorso allo scopo di garantire adeguati organici per mantenere un’assistenza pubblica, adeguata e di eccellenza”

“Non possiamo non segnalare l’importante assenza della CISL all’iniziativa, forse preoccupata di dover tenere in equilibrio i rapporti con la Regione Veneto specialmente in questa fase pre-elettorale. È più efficace e strumentale – conclude Francesco Menegazzi – proporre raccolte di firme finalizzate ad incentivi economici, che rivendicare con forza l’adeguamento degli organici”.

In allegato il documento approvato all’unanimità in tutte le assemblee della provincia.

ORDINE DEL GIORNO FINALE 3 maggio 2019-assemblee-aziendali

Scarica il documento.

Clicca sul link http://www.veneziatoday.it/attualita/assemblee-sanitari-medici-ulss3-venerdi-3-maggio.html.

Chioggia

Chioggia

Chioggia

Dolo

Mestre

Mestre

Mestre

Mestre